dalla Home

Novità

pubblicato il 23 marzo 2016

Dossier Salone di New York 2016

Mercedes-AMG C 63 Cabrio, anche la scoperta diventa sportiva

A fine anno arriva la "cattiva" con tetto in tela e il V8 4 litri fino a 510 CV

Mercedes-AMG C 63 Cabrio, anche la scoperta diventa sportiva
Galleria fotografica - Mercedes-AMG C 63 CabrioGalleria fotografica - Mercedes-AMG C 63 Cabrio
  • Mercedes-AMG C 63 Cabrio - anteprima 1
  • Mercedes-AMG C 63 Cabrio - anteprima 2
  • Mercedes-AMG C 63 Cabrio - anteprima 3
  • Mercedes-AMG C 63 Cabrio - anteprima 4
  • Mercedes-AMG C 63 Cabrio - anteprima 5
  • Mercedes-AMG C 63 Cabrio - anteprima 6

Se la nuova Mercedes classe C ha la sua Coupé e la sua Cabriolet, non poteva mancare l'ingresso nella famiglia dell'esuberante Mercedes-AMG C 63 Cabriolet, che si affianca all versione coupé e strizza l'occhio ai numerosi appassionati di questo genere di vetture scoperte ad alte prestazioni nel mercato europeo, clienti per esempio della BMW M4 convertibile. Della coupé mantiene l'esuberanza delle motorizzazioni, con i V8, già presenti anche sulle altre C AMG 63 e sulla GT, che erogano rispettivamente 478 CV e 510 CV nella versione C 63 S. In vendita dalla fine del 2016, la Mercedes-AMG C63 Cabriolet ha velocità limitata, a seconda dei mercati e degli allestimenti, da 250 fino a circa 300 km/h per la S, con passaggio da 0 a 96 km/h rispettivamente in 4,1 e 4 secondi.

Scoperta e performante

Non ci sono novità estetiche di rilievo rispetto alla C 63 coupé: anche la cabriolet ha frontale caratteristico, spalle larghe (64 mm davanti e 66 mm dietro in più rispetto alle altre C cabriolet), assetto ribassato e cerchi più grandi, da 18 o 19" di serie o da 20" in opzione sulla S. Anche qui compaiono caratteristiche appendici aerodinamiche, le solite linee curve qui accentuate dalle protuberanza "powerdome" sul cofano d'alluminio, e quattro terminali di scarico; qui c'è in più la zona dell'abitacolo, con il tetto in tela con colore a contrasto, interamente richiudibile in 20 secondi anche con vettura in marcia. All'interno non mancano le finiture in pelle e carbonio, con la disponibilità dei sedili Performance: elementi che spiccano ulteriormente a vettura aperta, che può essere maggiormente goduta grazie al sistema di riscaldamento del collo AIRSCARF di serie, o al sistema AIRCAP che riduce i vortici d'aria, a richiesta.

Sette marce automatiche

La scelta della potenza del V8 biturbo benzina 4 litri è di 476 CV e 650 Nm, oppure 510 CV e 700 Nm, tra 1.750 e 4.500 giri; il cambio ha rapporti più corti rispetto alle altre C, e lo scarico ha anche sonorità regolabile grazie al Performance exhaust system, particolarmente avvertibile dai passeggeri a vettura aperta. L'automatico è invece il rapidissimo 7 marce multifrizione AMG SPEEDSHIFT MCT, controllabile con palette al volante; grazie all'L'AMG DYNAMIC SELECT si può personalizzare la velocità di cambiata, fino alle modalità Sport e Sport+, o alla Race della sola versione S. L'assetto sportivo è garantito dalla sospensione a quattro bracci anteriore e da uno specifico multilink dietro, e associati all'AMG RIDE CONTROL e al differenziale autobloccante meccanico o elettronico sulla S, che può essere anche dotata dei supporti motori dinamici. Non mancano poi i numerosi dispositivi elettronici di sicurezza, come l'ATTENTION ASSIST o il COLLISION PREVENTION ASSIST PLUS, e altre possibilità di personalizzazione sportiva.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Mercedes-Benz , auto europee , new york , nuovi motori


Top