dalla Home

Attualità

pubblicato il 17 marzo 2016

Semaforo con countdown, pronto all'implementazione

Si chiamano luci semaforiche intelligenti e mostrano il tempo residuo allo scattare del rosso

Semaforo con countdown, pronto all'implementazione

Cominciamo dal semaforo con countdown, ossia col display che ti dice quanti secondi mancano alla luce successiva. L’obiettivo è migliorare la sicurezza stradale, prevenire incidenti agli incroci dovuti agli automobilisti che non si fermano per tempo, calcolano male distanze e misure della frenata, sono indecisi se andare o bloccarsi, talvolta frenando col pericolo di tamponamenti. Di questo schermo con conto alla rovescia si parla dal 2010, quando la riforma del Codice della Strada lo prevedeva, a patto che fosse emanato un successivo decreto in tempi brevi. A distanza di ben 6 anni, di quel decreto non c’è l’ombra, però qualcosa si muove.

In Parlamento

Un’interrogazione alla Camera ricorda come la legge 120/2010 prevede che siano definite le caratteristiche per l’omologazione e per l’installazione di dispositivi finalizzati a visualizzare il tempo residuo di accensione delle luci dei nuovi impianti semaforici, di impianti impiegati per regolare la velocità e di impianti attivati dal rilevamento della velocità dei veicoli in arrivo: le luci semaforiche intelligenti. Ma qui entra in gioco la burocrazia: serve un decreto del ministero dei Trasporti da emanare, sentita la Conferenza Stato-città e autonomie locali, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge (e quindi entro il 12 ottobre 2010). Il Governo ha già fatto sapere che ci sono test in corso. Ora, il ministero dei Trasporti (in risposta all’interrogazione) spiega che le sperimentazioni avviate per valutare i dispositivi countdown si sono concluse e le risultanze hanno dato di massima esito favorevole. Tutto finito? Macché. Il testo è attualmente all'esame del Consiglio superiore dei lavori pubblici, in qualità di massimo organo tecnico-consultivo dello Stato, per avere ogni ulteriore utile contributo e sarà poi sottoposto all'esame della Conferenza Stato-città.

Prevenzione del reato

Il countdown al semaforo sarebbe ancora più prezioso di prima, visto che è il Senato ha appena detto sì all’omicidio stradale: attenzione, nonostante quanto si racconti sul web, la legge ancora non è in vigore, si aspetta la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Il nuovo reato di omicidio stradale scatta non solo in caso di guida alterata da alcol o droga, ma pure per diverse infrazioni pesanti. Fra cui il passaggio col semaforo rosso. Se un automobilista uccide o causa lesioni gravi ad altri attraversando l’incrocio col rosso, pur se sobrio e non drogato, commette il reato di omicidio stradale e lesioni stradali. Con il conto alla rovescia, questo nuovo reato verrebbe prevenuto meglio, a beneficio di tutti gli utenti della strada.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , codice della strada , sicurezza stradale


Top