dalla Home

Novità

pubblicato il 17 marzo 2016

Ford Ranger, il pick-up più amato in Europa

Rinnovato e "arrotondato", da noi rimane il best seller dei cassonati

Ford Ranger, il pick-up più amato in Europa

Primo assoluto negli Stati Uniti e primo nel segmento in Europa. Con i pick-up l'Ovale Blu fa estremamente sul serio: Ford Serie F è da sempre il modello più venduto Oltreoceano, mentre Ford Ranger è il pick-up più richiesto nel Vecchio Continente. Nato nel 2011 e aggiornato nel 2015, il Ford Ranger modello "T6" è infatti il pick-up globale della Casa americana, destinato a ben 180 mercati, ma non a Stati Uniti e Canada. A dare la misura di un fuoristrada con cassone destinato a farsi apprezzare in tutto il mondo e in ogni continente c'è anche la produzione al momento avviata in tre stabilimenti che vanno dalla Thailandia al Sud Africa, passando per l'Argentina.

Com'e fuori

Il rinnovato pick-up Ford Ranger ha linee più "garbate" rispetto a prima e forme più arrotondate. Misura tra i 5,277 (cabina singola) ed i 5,362 metri di lunghezza (super cab e doppia cabina). La larghezza è di 1,86 metri ed è identica per tutte versioni, mentre l'altezza oscilla: 1,8 per la versione a due posti, 1,804 per quella a quattro e 1,815 per quella a cinque. L'altezza libera dal suolo è di 229 millimetri per Ranger a cabina singola e super cab, mentre sale a 232 per quello a doppia cabina. In Italia, l'altezza di guado è di 80 centimetri, perché è disponibile la sola versione 4x4. Gli angoli di attacco e di rampa sono di 28 e 25 gradi. A seconda di versioni e motorizzazioni, il peso in ordine di marcia è compreso tra i 1.931 ed i 2.167 chilogrammi. La massima capacità di carico (1.269 kg) ce l'ha il cabina singola con il TDCi da 160 CV. La massa rimorchiabile arriva fino a 3,5 tonnellate.

Com'è dentro

L'evoluzione estetica degli esterni è stata ripresa anche dentro l'abitacolo, dove sono stati impiegati materiali sempre resistenti, ma più eleganti. Ranger riserva una maggiore attenzione agli occupanti che lo usano per ragioni professionali. Ad esempio mettendo a listino il nuovo sistema Sync 2 con Touch Navigation 8" a comandi vocali: si possono dettare al computer le destinazioni, ma si può anche controllare il climatizzatore elettronico bi-zona. L'Ovale Blu offre anche l’adaptive cruise control con segnalazione visiva e sonora di pericolo, il sistema di mantenimento automatico della corsia, e il sistema di riconoscimento della segnaletica stradale con limitatore di velocità, ovvero funzioni pescate direttamente dallo scaffale dell'armamentario automobilistico.

Motori e prestazioni

La gamma delle motorizzazioni italiane di nuovo Ford Ranger è articolata su due TDCi da 2.2 e 3.2 litri. L'efficienza è annunciata fino al 17% superiore rispetto alle unità cui subentrano anche grazie a Strat&Stop, servosterzo elettrico EPAS e alla nuova configurazione della trasmissione. Il motore più piccolo ha 160 CV (10 più di prima, la versione da 130 non viene importata nel Belpaese) e 385 Nm di coppia con consumi dichiarati tra 6,5 e 8 l/100 km ed emissioni di CO2 che scendono fino a 171 g/km. Il propulsore più generoso arriva a 200 CV (470 Nm) con consumi compresi tra gli 8,3 e gli 8,9 l/100 km. Entrambi i motori sono disponibili sia con la trasmissione automatica sia con il cambio manuale. La velocità massima di Ford Ranger è di 175 km/h.

Quanto costa

Il listino italiano di Ford Ranger oscilla tra 21.650 e 34.650 euro, naturalmente IVA esclusa. Il prezzo più basso si riferisce alla versione a cabina singola Chassis XL a due posti con il motore 2.2 TDCi da 160 CV abbinato al cambio manuale a sei marce, mentre quello massimo riguarda l'allestimento Wiltrack a doppia cabina (5 posti) con cambio automatico e unità TDCi da 3.2 litri da 200 CV. A listino ci sono anche il Ranger con Super Cab (4 posti) e le versioni XLT E Limited.

Autore: Redazione

Tag: Novità , Ford


Nuovo commento 1 Commenti

1

PANE&MOTORI PANE&MOTORI

PANE&MOTORI

Pubblicato il 17/03/2016 alle 16:03

Bello, peccato che in italia il pick-up è considerato come autocarro a scopi lavorativi... Altrimenti ne avremmo visti sicuramente di piu

Top