dalla Home

Attualità

pubblicato il 1 ottobre 2007

Io cammino e... tu no!

Ovvero come utilizzare la corsia di emergenza per evitare le code

Io cammino e... tu no!

Il Codice della strada definisce la corsia d'emergenza come quella "corsia, adiacente alla carreggiata, destinata alle soste di emergenza, al transito dei veicoli di soccorso ed, eccezionalmente, al movimento dei pedoni, nei casi in cui sia ammessa la circolazione degli stessi".
370 euro e 10 punti di decurtazione sono il prezzo da pagare per coloro che usano impropriamente tale corsia.

Ricordata la regola, riportiamo la notizia data dal blog Spreconi.it riguardante un piccolo, ma veloce corteo di auto blu (Alfa 159 + Lancia Thesis) che dopo una sosta nell'area di servizio Reggello, ha viaggiato in direzione Bologna sulla corsia di emergenza dell'Autostrada del Sole. Nel mentre i comuni automobilisti erano fermi su quest'ultima per via di una coda tra Incisa e Firenze.
Passeggero della Thesis era il segretario di Rifondazione Comunista Franco Giordano che stava si stava recando alla Festa dell'Unità di Bologna.

Una caduta di stile poco raccomandabile in tempi di "grillismo" che non è necessario commentare. Ma una battuta ci scappa: l'utilizzo improprio della corsia di emergenza si poteva evitare prendendo, al posto dell'auto blu, un aereo dello stesso colore...

Autore: Giovanni Notaro

Tag: Attualità


Top