dalla Home

Novità

pubblicato il 1 ottobre 2007

Subaru Impreza

La rivoluzione delle Pleiadi

Subaru Impreza
Galleria fotografica - Subaru ImprezaGalleria fotografica - Subaru Impreza
  • Subaru Impreza - anteprima 1
  • Subaru Impreza - anteprima 2
  • Subaru Impreza - anteprima 3
  • Subaru Impreza - anteprima 4
  • Subaru Impreza - anteprima 5
  • Subaru Impreza - anteprima 6

Senza mezzi termini, è iniziata la nuova era Subaru.

Grazie alla rinnovata e rivoluzionaria Impreza, la Casa delle Pleiadi ha tracciato un profondo solco col passato, proponendo una vettura meno tecnica, meno specialistica, ma più propensa ad essere apprezzata da una clientela sempre esigente e maggiormente differenziata.

Presentata nel 1992 come "copia stradale" della vettura impegnata nel Campionato Mondiale Rally, la Subaru Impreza si presenta ora nella sua terza generazione. Fino ad oggi, nell'immaginario collettivo, dire "Impreza" significava parlare di una berlina, innanzitutto sportiva, spesso e volentieri di colore blu con cerchi oro, vittoriosa nei rally, un'auto guidata da persone competenti alla ricerca di prestazioni più che di design. Tutto da rifare. La nuova generazione di Impreza si propone di abbracciare una più ampia fetta di mercato, strizzando l'occhio ad un pubblico più sensibile alle mode grazie a linee piacevoli, meno da intenditori e più vicine ai gusti europei.

Il design, vero punto di partenza del nuovo progetto, si sviluppa comunque su alcuni concetti di base molto vincolanti come l'immagine sportiva, la versatilità e la qualità costruttiva. L'inversione di marcia più evidente riguarda però la carrozzeria, non più berlina, ma hatchback. Nel frontale si notano peculiarità intramontabili quando si parla di Subaru, come ad esempio il tipico cofano motore basso e spiovente innervosito da due nervature che dal limite dei gruppi ottici a occhio di falco e della mascherina anteriore si estendono fino ai montanti. Lateralmente, i designer giapponesi hanno giocato molto sull'equilibrio tra pieni e vuoti, tra superfici in lamiera e vetrate, un effetto esaltato dal particolare alternarsi di luci ed ombre definito dalla scolpitura dei lamierati. Non poteva che essere rivoluzionario il posteriore che utilizza i gruppi ottici (con tecnologia a LED) come elemento illuminante e di alleggerimento di tutta la zona.

Nelle dimensioni esterne è addirittura più compatta della precedente (4.415 mm della hatchback, contro i 4.465 mm della Compact Wagon), ma l'abitabilità interna è decisamente aumentata dato che il passo è cresciuto di 95 mm (da 2.525 mm a 2.620 mm) a tutto vantaggio soprattutto dei passeggeri posteriori che guadagnano 65 mm.

L'abitacolo della nuova portabandiera di Subaru ricorda da vicino quello utilizzato da Tribeca, il SUV della Casa giapponese giudicato e premiato negli U.S.A. come il miglior interno di categoria. La soluzione estetica adottata nella plancia segue un andamento ad "ala di uccello", dall'impatto visivo molto piacevole.

Gradevole. E' forse questo uno degli aggettivi più calzanti che si potrebbe attribuire alla nuova Impreza dopo averla provata su strada. Questa inedita versione non cerca estremi, almeno non per adesso. Quello che la nuova compatta giapponese offre è una sincera esperienza di guida, accompagnata dalle caratteristiche genetiche del Marchio che, anche senza alettoni e turbine, continuano a far parte della vettura. La sensazione di sicurezza e solidità, di fluidità di marcia, ma anche di agilità e divertimento di guida sono senza dubbio un eccellente biglietto da visita per questa nuova generazione di Impreza.

Per chi invece ricerca nella nuova hatchback di Subaru quello che le passate versioni di Impreza ci hanno invogliato a bramare, niente paura, l'adrenalina sta per arrivare: al prossimo Motor Show di Bologna il pubblico europeo potrà infatti toccare con mano la nuova STI, punta di diamante della gamma Impreza.

Per ora le motorizzazioni disponibili al lancio risultano essere maggiormente rivolte ad un uso "tradizionale" della vettura, anche se con la doppia alimentazione a GPL (disponibile su tutta la gamma) le prestazioni legate ai consumi si fanno proprio interessanti. I motori disponibili sono per ora due: un 1.5 litri dotato di doppio albero a camme in testa e di fasatura variabile continua da 107 CV di potenza e 142 Nm di coppia massima, ed un 2.0 litri da 150 CV di potenza e 196 Nm di coppia.

La trazione, integrale sempre e comunque, è affidata al collaudato Symmetrical AWD che consta di un differenziale centrale con bloccaggio attraverso giunto viscoso e ripartizione della coppia motrice al 50% per ogni asse. Inoltre, se la trasmissione scelta è quella manuale a 5 rapporti, sulla vettura troverete anche il sistema di ridotte Dual Range, una sorta di ausilio meccanico alla guida, molto utile in montagna oppure in condizioni di traino.

Il listino esatto non è ancora stato reso noto, anche se le diverse versioni avranno prezzi compresi tra 18.000 e 24.000 Euro.

Scheda Versione

Subaru Impreza
Nome
Impreza
Anno
2007 (restyling del 2012) - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Novità , Subaru


Top