dalla Home

Novità

pubblicato il 28 settembre 2007

Renault Laguna

Una media “di qualità”

Renault Laguna
Galleria fotografica - Renault LagunaGalleria fotografica - Renault Laguna
  • Renault Laguna - anteprima 1
  • Renault Laguna - anteprima 2
  • Renault Laguna - anteprima 3
  • Renault Laguna - anteprima 4
  • Renault Laguna - anteprima 5
  • Renault Laguna - anteprima 6

"Obiettivo: imporsi nel top 3 del segmento in tema di qualità del prodotto e del servizio". Non usano mezzi termini in Casa Renault per esternare le ambizioni della progetto New Laguna, la terza generazione della media francese che debutterà in Italia alla fine del prossimo ottobre. E dopo ben 34 mesi di sviluppo e oltre 1 miliardo di EURO di investimento, in seno al Gruppo francese la soddisfazione per il prodotto è tanta, come pure l'impazienza di vedere l'auto su strada fra qualche settimana.

Il design della nuova Laguna è stato anticipato all'inizio scorsa estate, con la diffusione delle prime immagini ufficiali sia della versione berlina che della familiare. L'impostazione è apparsa subito molto classica - fin troppo per molti - con uno stile elegante e moderno, ma poco emozionale. Impressione confermata anche nella vista dal vivo dell'auto e che dimostra come la Casa d'oltralpe non abbia voluto osare per un'auto destinata ad essere venduta in tutto il mondo. Piuttosto, la Laguna è stata pensata per essere un'auto di sostanza e ricca di contenuti. Questo spiega alcune scelte in controtendenza rispetto alla concorrenza (Ford Mondeo, Volkswagen Passat ecc.) come la disponibilità per la Laguna berlina della sola carrozzeria a cinque porte. Questa soluzione favorisce la capacità (e la praticità) di carico e nel caso della Laguna non penalizza più di tanto la linea che anzi, come sottolineano in Renault, "sembra quella di una quattro porte".

Lasciamo i giudizi sull'estetica ai gusti dei lettori per passare a qualche dato più oggettivo. Le dimensioni del corpo vettura crescono sensibilmente a 4,69 centimetri di lunghezza (+ 9 cm), come pure la larghezza (+3 cm) e l'altezza (+1 cm). La New Laguna è dunque più grande fuori, ma soprattutto più spaziosa dentro, dove sulla versione berlina da noi guidata, viaggiano comodi quattro adulti (il quinto è leggermente sacrificato dalla conformazione centrale del sedile). L'unica nota negativa concerne lo spazio per la testa degli eventuali alti over "uno e ottanta" che siedono dietro e che toccano facilmente la bombatura (morbida) del padiglione.
L'abitacolo in generale è davvero accogliente, grazie al bel disegno della plancia, dei pannelli porta e alla scelta di materiali e rivestimenti che segnano un netto miglioramento in tema di qualità percepita. Anche la disponibilità di equipaggiamenti, di serie o a richiesta a seconda dell'allestimento scelto, è molto completa. Si va dall'ottimo navigatore Carminat DVD caratterizzato dalla grafica 3D, alla connettività Bluetooth, passando per un potente impianto Hi Fi compatibile ovviamente con gli MP3. Immancabile è anche il sistema "Easy Access", croce e delizia della precedente generazione della Laguna in tema di affidabilità e che su questo nuovo modello è stato completamente rivisitato per essere anche a prova di tempesta magnetica, mentre la Smart Card di seconda generazione dovrebbe essere più resistente agli urti.
Ed è proprio il tema della qualità quello su cui ha puntato tantissimo il progetto "New Laguna"; alla Renault si devono far perdonare gli errori compiuti con la precedente serie di questo modello che è stata incredibilmente "sfortunata": troppa elettronica non adeguatamente collaudata e quindi inaffidabile. Con la Laguna III non sono concessi errori e il Costruttore francese non ha badato a spese in questo senso: 120 esemplari preserie di nuove Laguna hanno percorso 6 milioni di chilometri di test sulle strade di tutto il mondo; l'auto è stata testata nel nuovo Centro di Compatibilità Elettromagnetica, inaugurato da Renault all'inizio del 2006; e ancora lo stabilimento produttivo ha rivoluzionato i suoi processi con nuove mansioni specializzate nel controllo qualità.

Sulla carta la bontà progettuale c'è e noi l'abbiamo verificata in parte, provando la nuova Renault Laguna su strada. Quello che sorprende di più di quest'auto è la silenziosità di marcia. Se l'insonorizzazione dell'abitacolo era già ottima nella Laguna II, su questa generazione è stato raggiunto un nuovo traguardo: i motori a benzina sono impercettibili mentre i due diesel si avvertono poco di più. Tali doti sono fondamentali per un'auto che aspira ad essere un grande stradista.
Per quanto riguarda il confort di viaggio il giudizio è più difficile: i guidatori più sportivi apprezzeranno un comportamento dinamico "piatto" e preciso (le barre antirollio sono state irrigidite dell'80% sull'anteriore e del 50% al retrotreno!) che rende l'auto molto più piacevole da guidare nel misto. In questo senso è degno di nota anche l'alleggerimento della vettura di 15 kg. Il rovescio della medaglia e rappresentato dalla capacità di assorbimento delle sospensioni, inevitabilmente ridotta rispetto alla precedente Laguna, ma comunque in linea, se non migliore di molte concorrenti.

Sul fronte delle motorizzazioni non ci sono particolari sorprese. La scelta è ampia nonché costituita da propulsori efficienti e collaudati. Per l'Italia sono disponibili tre diesel dCi, rispettivamente 1.5 da 110 cavalli, 2.0 da 150 cavalli (abbinabile a FAP e/o al cambio automatico Proactive) e 2.0 175 cavalli con FAP di serie. Il 1.5 dCi si segnala per i costi di gestione estremamente contenuti. Non a caso può vantare la denominazione "eco2", il marchio coniato da Renault per identificare i modelli che inquinano meno di 130 g/km di CO2 a fronte di un consumo di appena 4,9 litri ogni 100 km. Il 2.0 dCi da 150 cavalli sarà sicuramente la motorizzazione più richiesta dal mercato e costituisce un buon compromesso fra prestazioni brillanti e consumi fra i più contenuti della categoria.
I motori a benzina sono invece due: un 1.6 16v da 110 cavalli e un 2.0 16v da 140 cavalli.

Tre gli allestimenti: "Laguna", "Dynamique" e "Initiale". Il primo è disponibile solo per le motorizzazioni diesel o benzina entry level, con prezzi di attacco rispettivamente di 23.700 e 21.200 EURO, ma presenta un dotazione piuttosto scarsa.
Salendo di livello la Laguna Dynamique è declinabile a sua volta nelle varianti "Techno Plus" ed "Elite Plus". La prima presenta una personalizzazione più giovanile mentre la seconda si rivolge ad un pubblico più maturo alla ricerca di caratterizzazione estetiche più eleganti. I questo caso i prezzi partono da 25.200 EURO.
Quindi c'è la top di gamma Initiale che a prezzi compresi fra i 30.200 e 34.200 EURO, offre di serie di tutto e di più, navigatore satellitare e fari allo bixeno compresi).
Per l'intera gamma Laguna, la garanzia è di tre anni.

Il lancio commerciale della Laguna berlina avverrà con un week end "porte aperte" il 27 e 28 ottobre. La versione SportTour sarà invece disponibile a partire da gennaio.

Autore:

Tag: Novità , Renault


Top