dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 marzo 2016

100 anni BMW, il regalo è per il "sociale"

BMW Italia rafforza il proprio impegno con SciAbile e DynamoCamp

100 anni BMW, il regalo è per il "sociale"

Nel 2016 BMW compie 100 anni, 50 da quando è arrivata ufficialmente nel nostro Paese, ma il regalo è BMW Italia a farlo, attraverso un programma di iniziative sociali che si articola su tre aree principali: Corporate Social Responsability (CSR), Cultura, Eventi per i clienti e gli appassionati del brand. Nel tradizionale incontro di fine inverno - che solitamente si tiene a Salice d'Ulzio ma quest'anno è stato organizzato a Milano - BMW ha illustrato i risultati dell'ultimo anno di attività e i progetti a breve-medio termine per quello che riguarda CSR.

SpecialMente "sinonimo" di attività sociale BMW

Nel dettaglio, la Corporate Social Responsability è stata rafforzata allargando SpecialMente: da quest'anno sono infatti attive la collaborazione tra Progetto SciAbile e Dynamo Camp e la partnership con la FISPES, la Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali. SpecialMente, nome nato dall'unione di Dynamo Camp con l'Ospedale San Raffaele di Milano, è diventato così denso di significato da assumere il ruolo di vero e proprio "cappello" di tutte le attività di CSR di BMW Italia, nelle quali sono stati coinvolti lavoratori di tutti i livelli di BMW, e di cui SciAbile è parte addirittura dal 2003 con l'obiettivo di permettere a persone con varie tipologie di disabilità di avvicinarsi allo sci e allo snowboard, in maniera completamente gratuita.

Boccia Paralimpica: obiettivo Rio 2016

Proprio da SciAbile e dall'idea di integrare le varie iniziative di Corporate Social Responsability, l'anno scorso è nato il desiderio di sviluppare la boccia paralimpica. Candidata ideale: Carlotta Visconti, detta Cocca, che è stata tra le prime atlete del progetto SciAbile e che ha subito accettato la sfida, con l'obiettivo di partecipare ai Giochi Paralimpici di Rio 2016. La strada non è certo facile, ma Cocca e chi le sta attorno, a partire dalla famiglia, ma anche la FISPES guidata dal Presidente Sandrino Porru, stanno lavorando duramente per riuscire nell'impresa.

I ragazzi di Dynamo Camp sull'Abetone

Quanto a SciAbile e Dynamo Camp, finalmente si è riusciti a unire i punti di forza di queste due eccellenze. In pratica: perché non portare i ragazzi di Dynamo Campo sulle piste da sci? Detto, fatto: gli ospiti del Camp della prima settimana di marzo hanno provato per la prima volta nella propria vita l'emozione dello sci sull'Abetone. Questo il pensiero di Maria Serena Porcari, CEO di Fondazione Dynamo e Vice Presidente Operativo di Dynamo Camp: "Grazie a BMW, nostro partner nello sviluppo di piani strategici, SciAbile arricchisce i programmi di Terapia Ricreativa di Dynamo" .

Top