dalla Home

Live

pubblicato il 8 marzo 2016

Ginevra 2016, PSA: "A Parigi novità Citroen e Peugeot"

Eugenio Franzetti ci ha anticipato cosa ha in serbo il gruppo per quest'estate

Ginevra 2016, PSA: "A Parigi novità Citroen e Peugeot"
Galleria fotografica - Peugeot al Salone di Ginevra 2016Galleria fotografica - Peugeot al Salone di Ginevra 2016
  • Peugeot al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 1
  • Peugeot al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 2
  • Peugeot al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 3
  • Peugeot al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 4
  • Peugeot al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 5
  • Peugeot al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 6

Per PSA e i suoi marchi Peugeot, Citroen e DS il Salone di Ginevra è un'occasione per festeggiare i risultati del 2015 e introdurre un 2016 che si annuncia portatore di nuovi prodotti. L'anno scorso i conti del gruppo francese sono tornati in attivo con due anni di anticipo rispetto alle previsioni del piano "Back in the race" del CEO Carlos Tavares, ma in PSA non si accontentano e guardano al futuro. A Ginevra OmniAuto.it ha intervistato Eugenio Franzetti, Direttore della comunicazione e delle relazioni esterne PSA Italia, che "tra le righe" ci ha confermato l'arrivo in estate delle nuove Citroen C3 e Peugeot 3008.

OmniAuto.it: Come arriva PSA al Salone di Ginevra 2016?
Eugenio Franzetti: PSA a Ginevra presenta tanti nuovi prodotti ma celebra anche il 2015, anno meraviglioso sotto il profilo finanziario e commerciale. L'anno scorso abbiamo venduto di più - +1,2 percento, circa 3 milioni di veicoli nel mondo - ma soprattutto abbiamo venduto meglio, con un fatturato in crescita del 6 per cento e un margine operativo del 5 per cento, ottimo per un marchio generalista. Tutti gli obiettivi del piano industriale "Back in the race" sono stati raggiunti in due anni e non in quattro come inizialmente previsto. C'è stato sforzo meraviglioso da parte di tutto il gruppo per raddrizzare una situazione difficile, un lavoro che è stato fatto con grande entusiasmo. Oggi PSA è un gruppo solido e indipendente che può investire di più in tecnologie, nuovi prodotti e nel motorsport.

OmniAuto.it: Come avete ottenuto questi risultati?
Eugenio Franzetti: Questo successo si spiega con la chiara strategia di posizionamento dei tre marchi del gruppo. DS nel mondo premium è un percorso che si sta compiendo e che richiederà tempo, attraverso il rinnovamento della gamma con prodotti totalmente nuovi e la costruzione di una rete commerciale diversa. Citroen porta avanti la sua filosofia "be different" e "feel good", che parla a un pubblico che vuole comprare prodotti differenti, con tecnologie diverse ma utili. Peugeot, invece, è il nostro generalista di alta gamma che con i modelli GTi parla anche a un pubblico sportivo. Questo posizionamento chiaro e comprensibile ha permesso di occupare un'arena più ampia e di parlare a pubblici diversi, con marchi e prodotti diversi.

OmniAuto.it: Cosa c'è nel futuro di PSA?
Eugenio Franzetti: Il futuro di PSA l'ho già visto, nel senso che ho già visto i prodotti che arriveranno, e posso dire che delineerà ancora meglio le differenze tra i marchi. Il nostro futuro va dietro ai segmenti di mercato che hanno più redditività e più interesse nel pubblico, quindi avremo SUV e crossover in tutti e tre marchi. Peugeot continuerà a offrire degli allestimenti sportivi: a questo proposito, nel futuro mi piacerebbe avere delle versioni by Peugeot Sport su tutta la gamma. Citroen invece offrirà auto con la forte voglia di differenziarsi: arriverà un nuovo segmento B che sarà diverso da tutti gli altri segmenti B, con una tecnologia facile a bordo, in grado di migliorare la qualità della vita. Quella Citroen sarà una gamma focalizzata sul comfort, si lavorerà molto su questo aspetto che è uno dei punti di forza tradizionali del marchio.

OmniAuto.it: E DS?
Eugenio Franzetti: DS si proietterà verso il futuro con il suo stile, con materiali ricercati e con tecnologie di bordo all'avanguardia nell'ambito della connettività e dell'interazione tra auto, smartphone e essere umano. DS soprattutto ha voglia di creare un'esperienza cliente innovativa in tutte le sue fasi. Stiamo lavorando anche prendendo riferimenti di mercato non automobilistici: la volontà è di essere innovativi sia nell'esperienza che nella relazione con il cliente.

OmniAuto.it: Guardando avanti, cosa presenterete al prossimo Salone di Parigi?
Eugenio Franzetti: Parigi sarà un salone importante per il gruppo perché ci saranno novità strategiche, nuovi prodotti fondamentali per Citroen e Peugeot che scoprirete nei prossimi mesi. Le novità non saranno svelate per la prima volta a Parigi, da quest'estate comincerà un percorso di scoperta che porterà al salone.

OmniAuto.it: Oltre ai nuovi prodotti, state lavorando anche su nuove tecnologie?
Eugenio Franzetti: Il gruppo PSA sta sviluppando l'ibrido plug-in con motore termico a benzina, già visto sulle nostre concept car degli ultimi anni. È una tecnologia che arriverà nei prossimi anni sui prodotti dei segmenti C e D.

OmniAuto.it: Chi sono i concorrenti del gruppo PSA oggi?
Eugenio Franzetti: Il mercato è una gara che si fa contro altri e noi abbiamo riferimenti molto chiari: la volontà è di superarli e il 2015 è stato molto importante in questo senso. Noi non vogliamo essere i più grandi, ma i migliori: abbiamo dimostrato che anche con 3 milioni di veicoli si può guadagnare ed essere indipendenti, una regola che in un certo senso non si aspettava nessuno.

OmniAuto.it: Essere andati "troppo bene" non rischia di fiaccare l'entusiasmo?
Eugenio Franzetti: Io credo di no, anzi, l'entusiasmo è ad altissimo livello. Il nostro CEO Tavares ha ringraziato pubblicamente tutti i dipendenti per il percorso fatto ma ha anche previsto dei premi economici che saranno piacevoli per tutti. Noi di questa nuova generazione abbiamo perso l'abitudine di aspettare: avere realizzato gli obiettivi in due anni invece in quattro è meglio perché siamo abituati a correre, e a questo punto ci proiettiamo già verso il piano dopo. Meglio fare le cose prima, perché non siamo più abituati ad aspettare.

Galleria fotografica - Citroen al Salone di Ginevra 2016Galleria fotografica - Citroen al Salone di Ginevra 2016
  • Citroen al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 1
  • Citroen al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 2
  • Citroen al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 3
  • Citroen al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 4
  • Citroen al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 5
  • Citroen al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 6
Galleria fotografica - DS al Salone di Ginevra 2016Galleria fotografica - DS al Salone di Ginevra 2016
  • DS al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 1
  • DS al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 2
  • DS al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 3
  • DS al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 4
  • DS al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 5
  • DS al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 6

Citroen E-Mehari | Salone di Ginevra 2016

Citroen E-Mehari: compatta quattro posti cabriolet a trazione elettrica, che nello spirito e nelle forme (oltre che nel nome) si ispira alla mitica Mehari del 1968

Peugeot 2008 | Salone di Ginevra 2016

Peugeot 2008, un restyling di metà carriera leggero, ma deciso. Modifiche sopratutto al frontale, mentre all'interno la novità più importante è la possibilità di avere il sistema Apple CarPlay. La rinnovata gamma della 2008 è composta da quattro versioni a benzina e tre diesel.

DS E-Tense | Salone di Ginevra 2016

La DS E-Tense concept è una supercar che non solo dimostra l'intenzione del marchio di sviluppare auto a zero emissioni, ma di offrire un'elevata qualità e infinite possibilità di personalizzazione. Un anticipo dello stile futuro del marchio con forti richiami anche al passato.

Autore: Andrea Fiorello

Tag: Live , auto europee , ginevra , interviste


Top