dalla Home

Novità

pubblicato il 7 marzo 2016

Arash AF10, 2.109 CV di piacere

Debutta la coupé inglese disponibile anche in versione racing ibrida, con prestazioni e prezzi da capogiro

Arash AF10, 2.109 CV di piacere

In mezzo a tante vetture realizzate in serie, resistono i costruttori artigianali di automobili sportive: uno di questi è il costruttore inglese Arash, che per la prima volta ha un suo stand al Salone di Ginevra 2016, per mostrare l'ultima evoluzione del suo modello, denominato Arash AF10. La linea della vettura è quella di una supersportiva aerodinamica abbastanza classica; spiccano in particolare le larghe fiancate, su cui sono evidenza le ampie aperture per l'ingresso e lo sfogo dell'aria, nonché le appendici aerodinamiche inferiori, il frontale-alettone che aumenta la deportanza e l'ampia ala posteriore; i cerchi sono da 20" dietro e da 19" davanti.

Sotto la carrozzeria, in una struttura in fibra carbonio e sottotelai di alluminio, è possibile sistemare un V8 a benzina da 550 CV, ma avere anche un esuberamte sistema ibrido, dal suggestivo nome di "Hyper drive system", capace di generare ben 2.109 CV, con 2.280 Nm di coppia massima: in questo caso, viene abbinato un V8 da 6,2 litri sovralimentato, da oltre 900 CV, a quattro motori elettrici ciascuno erogante 220 Kw. Così configurata, con cambio a 6 marce manuale o automatico, la Arash AF10 può raggiungere le 60 miglia orarie in 2,8 secondi. Sospensioni a doppio triangolo in entrambi gli assali, con un sistema di regolazione idraulica dell'altezza, per l'uso quotidiano o per l'alta velocità. C'è anche una versione Racer, dotata di accessori specifici come estintore o gabbia di rinforzo. Il prezzo? Si parte da oltre 450.000 euro per la versione con il V8, e si arriva a oltre un milione e mezzo di euro per la Hybrid Racer; la data di consegna ai fortunati clienti, in ogni caso, non è stata ancora comunicata.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , auto europee , ginevra


Top