Novità

pubblicato il 3 marzo 2016

Renault Megane Sporter e Sporter GT, la riscossa della SW

Capienti sì, ma anche molto curate nel look: SUV e crossover dominano, ma le alternative sono più che valide...

Renault Megane Sporter e Sporter GT, la riscossa della SW
Galleria fotografica - Renault Megane Sporter GTGalleria fotografica - Renault Megane Sporter GT
  • Renault Megane Sporter GT - anteprima 1
  • Renault Megane Sporter GT - anteprima 2
  • Renault Megane Sporter GT - anteprima 3
  • Renault Megane Sporter GT - anteprima 4
  • Renault Megane Sporter GT - anteprima 5
  • Renault Megane Sporter GT - anteprima 6

Le station wagon Renault non ci stanno al dominio di SUV e crossover. I numeri sono impietosi e vedono le seconde in cima alle preferenze di famiglie grandi e piccole, single e accoppiati, giovani e meno giovani. La Megane Sporter (station), però, sembra fatta apposta per instillare almeno un piccolo dubbio. Larga, bassa, curatissima nel look come la sorella più piccola Clio, difficilmente riuscirà a ribaltare lo status quo, ma il suo sforzo - anzi, quello del capo del design Laurens van den Acker e dei suoi uomini - non si può non apprezzare.

Una base solida

Renault sostiene che le carreggiate della Megane Sporter siano le più larghe tra le station del segmento C, mentre la carrozzeria è la più bassa. Non abbiamo verificato modello per modello, ma il colpo d'occhio sembra confermarlo: la presenza della francese su strada è innegabilmente "robusta" e le quattro ruote sterzanti della GT coniugano comfort e dinamismo di guida, almeno fino a prova contraria (le abbiamo già apprezzate per esempio sulla Talisman). Design e meccanica a parte, grande è l'attenzione posta all'hi-tech al servizio dell'uomo: Head-Up Display a colori, strumentazione con schermo TFT a colori da 7" personalizzabile e schermo in stile tablet da 8,7" (del sistema di infotainment R-LINK 2) assicurano una grande facilità di interazione uomo-macchina. E la funzionalità? Il bagagliaio offre 580 litri di capienza, ma anche doppio fondo, ganci, due vani ai lati e una rete. C'è anche un sistema di organizzazione del carico che suddivide il volume in due parti di dimensioni variabili; non manca la possibilità di abbattere il sedile anteriore destro, per una lunghezza totale di 2,8 metri.

Motori Energy diesel e benzina

I motori disponibili per la Megane Sporter Sporter Energy partono dai 100 CV del turbobenzina TCe 100, abbinato alla trasmissione manuale 6 rapporti; si sale poi al TCe 130 e al TCe 130 con cambio automatico a doppia frizione EDC 7 rapporti. Coerentemente con il nome, la Sporter GT è disponibile esclusivamente con il motore TCe 205, da 205 CV appunto, abbinato alla trasmissione automatica a doppia frizione EDC 7 rapporti. I più importanti, commercialmente, motori diesel partono invece da quota 110 CV (dCi 110), disponibile anche con trasmissione automatica a doppia frizione EDC 6 rapporti. I due più potenti sono invece il dCi 130 e, in esclusiva per la Sporter GT, il dCi 165 con cambio automatico a doppia frizione EDC 6 rapporti.

Renault Megane Sporter GT | Salone di Ginevra 2016

La versione station wagon e più sportiva della Renault Megane in mostra a Ginevra

Autore: Adriano Tosi

Tag: Novità , Renault , auto europee , ginevra


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 52
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 50
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 33
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 35
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top