Anticipazioni

pubblicato il 4 marzo 2016

Land Rover Discovery, la rivoluzione arriva nel 2017

La nuova SUV britannica perderà il classico tetto rialzato, per diventare più simile alle Range Rover

Land Rover Discovery, la rivoluzione arriva nel 2017
Galleria fotografica - Land Rover Discovery, il renderingGalleria fotografica - Land Rover Discovery, il rendering
  • Land Rover Discovery, il rendering - anteprima 1
  • Land Rover Discovery, il rendering - anteprima 2
  • Land Rover Discovery, il rendering - anteprima 3
  • Land Rover Discovery, il rendering - anteprima 4
  • Land Rover Discovery, il rendering - anteprima 5
  • Land Rover Discovery, il rendering - anteprima 6

Dopo la mitica Defender e l'aristocratica Range Rover, la terza icona della Land Rover è sempre stata la Discovery, un'auto nata originariamente proprio per porsi a metà strada tra queste due e che poi, nel corso degli anni è riuscita a ritagliarsi un suo ruolo principale. Questo è avvenuto anche grazie al design inconfondibile e che è rimasto tale con lo scorrere degli anni, soprattutto grazie alla parte posteriore del corpo vettura rialzata e finestrata. Quella che arriverà nel 2017, invece, potrebbe abbandonare questa caratteristica, per inserirsi nel fortunato tema stilistico che già caratterizza il resto della gamma. Nella storia della Discovery, in ogni caso, quella che arriverà sarà la terza generazione. Il modello originale (qui la storia) del 1989, infatti, dopo aver ricevuto un consistente aggiornamento nel 1998 (Discovery 2), è arrivato fino al 2004. Nello stesso anno è stato poi sostituito dalla seconda generazione (Discovery 3), a sua volta aggiornata nel 2009.

Linee filanti

L'attuale Land Rover Discovery 4, dunque, è un progetto che affonda le sue radici nei primi anni Duemila e che necessita più che mai di un salto generazionale. L'anno scorso, peraltro, è stata affiancata dalla Discovery Sport, cioè il modello che ha preso il posto della Freelander 2. Quest'ultima è in procinto di uscire dal listino e non avrà immediatamente una sostituta sul mercato, tuttavia ci potrebbero essere novità nei prossimi anni. Tornando alla nuova Discovery e al rendering esclusivo in cui ne abbiamo ricostruito l'aspetto, le sue linee avranno gli stessi stilemi del resto della gamma. Un cofano lungo, un frontale più arrotondato ma dal taglio orizzontale, forme più slanciate ma un tetto ce rimane comunque abbastanza alto, tanto da accogliere la terza fila di sedili. Una via di mezzo, insomma, tra l'imponenza di una “Range” e la dinamicità di una Evoque.

Tecnologia per l'offroad

Ma la nuova Discovery cambierà anche sotto pelle, visto che Land Rover ha deciso di adottare un nuovo telaio in alluminio, strettamente derivato da quello delle Range Rover e Range Rover Sport, con lo scopo di abbassare la massa complessiva dell'auto, che attualmente supera la soglia dei 2.500 kg. Parlando di tecnologia, invece, la prossima Discovery porterà al debutto quello che gli inglesi definiscono come “cofano trasparente”, cioè un sistema di telecamere che permette di vedere la strada sottostante al cofano motore, di modo da sapere cosa succede sotto l'auto, aumentando la sicurezza della guida in fuoristrada. Ma la nuova SUV britannica potrebbe anche portare al debutto un sistema di scansione laser del terreno che permette alle sospensioni di prepararsi in anticipo per affrontare ostacoli e asperità, migliorando sia la reattività che il comfort e la sicurezza. Quanto ai motori, la novità principale, dovrebbe essere l'arrivo di un powertrain ibrido plug-in.

Scegli Versione

Autore: Alessandro Vai

Tag: Anticipazioni , Land Rover , auto inglesi , rendering


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 39
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 50
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 30
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 46
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top