dalla Home

Novità

pubblicato il 1 marzo 2016

Alfa Romeo Giulia, svelati motori e allestimenti [VIDEO]

Inizialmente, l'offerta si articola su tre versioni, due motori a benzina e uno a gasolio in due livelli di potenza

Alfa Romeo Giulia, svelati motori e allestimenti [VIDEO]
Galleria fotografica - Alfa Romeo GiuliaGalleria fotografica - Alfa Romeo Giulia
  • Alfa Romeo Giulia - anteprima 1
  • Alfa Romeo Giulia - anteprima 2
  • Alfa Romeo Giulia - anteprima 3
  • Alfa Romeo Giulia - anteprima 4
  • Alfa Romeo Giulia - anteprima 5
  • Alfa Romeo Giulia - anteprima 6

E Giulia fu. Finalmente. A quasi un anno dal lancio in grande stile ad Arese, tenutosi alla presenza del numero uno del Gruppo FCA Sergio Marchionne e del suo stato maggiore, al Salone di Ginevra 2016 la vettura più attesa degli ultimi trent'anni dagli appassionati di Alfa Romeo si fa vedere davvero, al gran completo. Non perché la Quadrifoglio del debutto e portata all'attenzione del grande pubblico al Salone di Francoforte sia "finta", anzi, ma perché la Giulia che deve, e può, rilanciare le ambizioni del marchio non è certo quella da 510 CV. E' la Giulia turbodiesel, la Giulia per le flotte aziendali e per i liberi professionisti che viaggiano su auto tedesche da diversi anni e che magari hanno voglia di cambiare. Ce la farà la berlina del Biscione a strappare qualche cliente ad Audi A4, BMW Serie 3 e Mercedes Classe C? Ai numeri di mercato (tra un po' di tempo) l'ardua sentenza. Intanto, vediamo come si articola l'offerta Alfa Romeo.

Hi-tech all'italiana

I dettagli riguardanti meccanica e aerodinamica ve li abbiamo già presentati; ora si conoscono anche quelli relativi all'infotainment, sviluppato a braccetto con Magneti Marelli. Il sistema si chiama 3D Nav, ha uno schermo da 8,8" e si gestisce principalmente con il Rotary Pad. In Alfa Romeo promettono inoltre che la leggibilità del display è ottima, grazie alla tecnologia optical bonding. Infine, 3D Nav è dotato di riconoscimento vocale avanzato e di una completa connettività con tutti i dispositivi mobili iOS e Android. Non potevano mancare i sistemi di assistenza alla guida: c'è il Forward Collision Warning (di serie su tutta la gamma), che avverte il guidatore in caso di avvicinamento pericoloso al veicolo che precede, l'Autonomous Emergency Braking comprensivo di riconoscimento pedone e il cruise control adattivo. Completano il quadro l'avviso di abbandono involontario della corsia e l'ausilio al sorpasso. Manca solo il sistema che tiene in automatico la vettura nelle propria corsia agendo sullo sterzo.

Giulia, Super e Quadrifoglio

La gamma si divide in tre: Giulia, la versione "base" dotata, tra gli altri, di: cerchi in lega da 16”, schermo TFT da 3,5", volante in pelle con pulsante di avviamento motore, Forward collision warning, IBS (Integrated Braking System) e Lane Departure Warning. Completano l’equipaggiamento il climatizzatore bi-zona, il cruise control, il freno di stazionamento elettrico, i sensori luce e pioggia, il sistema Alfa Connect 6,5" e il nuovo selettore di guida Alfa DNA con cui personalizzare le risposte di sterzo, acceleratore ed elettronica. Più ricca la Super, che aggiunge cerchi in lega da 17", i sedili in pelle e tessuto e il battitacco in alluminio. Quanto alla Quadrifoglio, il top di gamma, spiccano il selettore di guida DNA Pro con modalità Race e il Connect 3D Nav con schermo da 8,8". Sono inoltre previsti due pacchetti di personalizzazione - Lusso (nelle foto: la Giulia blu e quella grigia) e Sport (la bianca) - mentre gli interni possono essere scelti a piacere fra 18 soluzioni differenti. Il tutto, da abbinare a 13 colori di carrozzeria.

Tre motori, per ora

I motori inzialmente disponibili sono il 2.0 TBi turbobenzina da 200 CV, il V6 biturbo 2.9 della Quadrifoglio e il ben più strategico, per il mercato europeo, 2.2 JTDm turbodiesel tutto in alluminio, nelle versioni da 150 CV (380 Nm di coppia) e 180 CV (450 Nm di coppia), quest'ultimo disponibile anche in versione ECO, ottimizzata ai fini della riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti. Sia il 2.0 TBi sia il 2.2 JTDm sono abbinabili al cambio automatico a 8 rapporti denominato Q tronic. Conferme ufficiali ancora non ce ne sono, ma qualche altra motorizzazione è realistico (e auspicabile) che venga introdotta successivamente. Se non altro perché le rivali dirette hanno per esempio un 1.4 (Audi A4), un 1.5 a tre cilindri (BMW Serie 3) e un 1.6 (Mercedes Classe C) come accesso alla gamma a benzina. Un po' meno marcate le differenze sul diesel, ma comunque ci sono: la A4 parte da un 2.0 da 150 CV (come la Giulia, che però è 2.2), la Serie 3 da un 2.0 da 116 CV e la Classe C da un 1.6, anch'esso da 116. Non solo: per il momento l'Alfa Romeo ha un grosso "buco" fra i 200 CV della 2.0 TBi e i 510 CV della Quadrifoglio, senza contare che BMW e Mercedes hanno anche una versione ibrida.

Alfa Romeo Giulia | Salone di Ginevra 2016

Alfa Romeo Giulia, finalmente si mostra Ginevra nella versione "normale". Oltre al cambio manuale sarà disponibile un doppia frizione 8 marce. Gli allestimenti sono tre: Giulia, Giulia Super e Giulia Quadrifoglio.

Scheda Versione

Alfa Romeo Giulia
Nome
Giulia
Anno
2016
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Listino Alfa Romeo Giulia

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.2 Turbo MT6 150cv Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 35.500

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 35.500

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Business Launch Edition posteriore diesel 150 2.1 5 € 37.300

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Business Launch Edition posteriore diesel 150 2.1 5 € 37.300

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Super posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150cv Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150cv Super posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150cv Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Agos Ducato

Chiedi subito un prestito
Importo:
Num. Rate:
Top