dalla Home

Live

pubblicato il 1 marzo 2016

Ginevra 2016, McLaren 570 GT: la Gran Turismo di Woking [VIDEO]

L'abbiamo vista da vicino e toccata con mano. Ecco le nostre prime impressioni

Galleria fotografica - McLaren al Salone di Ginevra 2016Galleria fotografica - McLaren al Salone di Ginevra 2016
  • McLaren al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 1
  • McLaren al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 2
  • McLaren al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 3
  • McLaren al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 4
  • McLaren al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 5
  • McLaren al Salone di Ginevra 2016 - anteprima 6

La base di partenza, la vera "anima" della vettura, rappresenta il meglio che si possa desiderare: telaio monoscocca in fibra di carbonio, in grado di coniugare come nessun altro materiale leggerezza e rigidezza. La 570GT presente a Ginevra, però, è la McLaren più confortevole mai concepita. Ingentilita nell'aspetto e nei modi, si concede anche il lusso di pesare 37 kg in più della versione "normale", la più sportiva 570 S. Esteticamente, la differenza maggiore è costituita dal lunotto che diventa anche portellone ad apertura laterale (le cerniere si trovano a sinistra - nel senso di marcia - nelle auto con guida a sinistra e viceversa).

Abitacolo per lunghi viaggi

Sbirciando da questo nuovo accesso si notano subito i 220 litri di bagagliaio ricavati dietro ai sedili e che si vanno ad aggiungere ai 150 litri del vano anteriore. Gli ingegneri di Woking hanno infatti concentrato il proprio lavoro sugli interni, che per rispettare le esigenze del cliente tipo di una GT - che vuole un'auto sì velocissima ma anche adatta ai lunghi viaggi - hanno migliorato ed "espanso" le imbottiture. Come sulla 570 S (altro "esponente" della famiglia Sport Series, ovvero quella meno estrema), il telaio è stato snellito nella zona del battitacco per facilitare l'ingresso a bordo. Confermate le scenografiche portiere ad ali di farfalla, in mezzo alle quali spicca ora il nuovo tetto in vetro, che appesantisce la vettura nella zona alta: la peggiore dal punto di vista dell'handling, ma non è certo questo un problema per una vettura equilibrata come la berlinetta McLaren.

Spazio alla McLaren Special Operations

A fare "ombra" sulla 570 GT c'è la presenza ingombrante della sorella P1 rivista da MSO, che, su richiesta di un cliente fortunato e facoltoso (la cui identità è tenuta sotto strettissimo riserbo), ha realizzato una tinta di un elegantissimo blu sulla trama della fibra di carbonio, con un trattamento apposito per renderlo liscio al tatto. Non solo: il paracalore del motore è realizzato in oro 24 carati.

Autore: Redazione

Tag: Live , McLaren , auto inglesi , ginevra


Top