Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 29 febbraio 2016

Compagnie fantasma: sempre più insidiose

Si fanno sempre più sofisticare le truffe delle Rca inesistenti

Compagnie fantasma: sempre più insidiose

Truffe bell’e buone, ma mascherate benissimo: sono le compagnie fantasma. Se fino a qualche anno fa venivano usati nomi assurdi, uniti a prezzi ultra low cost, adesso le bande sono sempre più “furbe” e inducono in errore con altre trappole diaboliche. La più recente si chiama frode la segnala l’Ivass (Authority di vigilanza sulle assicurazioni), che rende noto come in particolare nella zona di Napoli (dove le Rca costano come il fuoco) siano emersi casi di commercializzazione di polizze Rca auto contraffatte, intestate alla società Tuir Warta. Sentite in basso quanto è articolata la truffa.

Anch’essa vittima

Tuir Warta è un’impresa assicurativa perfettamente legittima, con sede legale in Polonia, che è abilitata ad operare in Italia nel ramo Rca, ma limitatamente alla responsabilità civile del vettore. L’impresa, quindi, non è abilitata a rilasciare polizze per la responsabilità civile auto obbligatoria. L’impresa, inoltre, ha dichiarato che si tratta di polizze Rc auto contraffatte. A oggi, l’eventuale stipulazione di polizze responsabilità civile auto recanti l’intestazione Tuir Warta comporta per i contraenti l’insussistenza della copertura assicurativa e per gli intermediari lo svolgimento di un’attività non consentita dalle vigenti disposizioni normative.

Seconda puntata

Dopodiché, sono stati segnalati altri casi di commercializzazione di polizze fideiussorie contraffatte intestate a Tuir Warta. L’impresa., che il 27 gennaio 2016 aveva comunicato di non operare in Italia nel settore cauzioni, il 4 febbraio 2016 ha revocato la propria abilitazione in Italia in tale ramo. Pertanto nell’elenco pubblicato sul sito Ivass è stata cancellata l’abilitazione di Tuir Warta nel ramo cauzioni. Al fine di ricevere informazioni in merito alle polizze, l’utenza potrà rivolgersi direttamente all’impresa al seguente indirizzo email: grzegorz.kasztalski@warta.pl.

Regola generale

Al di là del caso specifico, l’Ivass raccomanda sempre di verificare, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese regolarmente autorizzate allo svolgimento dell’attività assicurativa e che gli intermediari che propongono la sottoscrizione dei contratti siano iscritti nel registro unico degli intermediari assicurativi o nell’elenco degli intermediari dell’Unione europea, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it degli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse a operare in Italia. Occhio: chi viaggia con la Rca fantasma, in caso d’incidente, paga tutti i danni, non avendo nessuna copertura.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 52
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 50
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 33
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 35
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top