dalla Home

Novità

pubblicato il 25 febbraio 2016

McLaren 570GT, si ammorbidisce senza rammollirsi

La famiglia Sport Series si allarga con la Gran Turismo. Prestazioni al top e un prezzo di 200.500 euro

McLaren 570GT, si ammorbidisce senza rammollirsi
Galleria fotografica - McLaren 570GTGalleria fotografica - McLaren 570GT
  • McLaren 570GT - anteprima 1
  • McLaren 570GT - anteprima 2
  • McLaren 570GT - anteprima 3
  • McLaren 570GT - anteprima 4
  • McLaren 570GT - anteprima 5
  • McLaren 570GT - anteprima 6

Con questa fanno quattro. Quattro partecipazioni al Geneva International Motor Show per McLaren, che per l'edizione 2016 ha prenotato un'area espositiva più grande che mai. Il motivo? C'è molto da mostrare, anche se la vera novità è una: la McLaren 570GT. Ovvero, la più elegante e lussuosa delle McLaren mai prodotte, che rende onore alla definizione Gran Turismo con modifiche mirate al miglioramento del comfort sui lunghi viaggi. Si è lavorato sul setup del telaio, sulle dotazioni; persino il fornitore di pneumatici, Pirelli, è stato chiamato in causa per ridurre la rumorosità di rotolamento, grazie al Pirelli Noise Cancelling System sono stati "tagliati" fino a 3 decibel. La 570GT si affianca dunque alla 570S Coupé e alla 540C Coupé come terzo componente della famiglia Sport Series. Prezzo: 200.500 euro. In vendita a fine 2016.

Più pratica e capiente

In McLaren lo dicono esplicitamente: mai una loro vettura è stata più confortevole di questa. Innanzitutto, come su 570S Coupé e 540C Coupé, anche sulla 570GT l'accessibilità è facilitata da soglie di ingresso più snelle e da un raggio d'apertura maggiore delle portiere. A coccolare i due privilegiati che si possono permettere lunghe tratte su una McLaren ci sono inoltre il tetto panoramico in cristallo oscurabile (poco male se aggiunge qualche kg, peraltro nel punto più "sbagliato" della vettura, in alto), il climatizzatore bizona con possibilità di ridurre l'impatto acustico delle ventole e un sistema di infotainment connesso e interfacciabile con il proprio smartphone. Non è tutto, perché con 370 litri di capienza - 150 anteriormente e 220 dietro ai sedili - anche "lei" non opporrà troppe obiezioni alla scelta della 570GT piuttosto che del SUV. A proposito dello spazio ricavato dietro, vi si accede con una sorta di portellone in cristallo: l'effetto scenico non è proprio da supercar, ma poco male, la schiena ringrazia. Completano il quadro della perfetta viaggiatrice i sensori di parcheggio, i sedili regolabili elettricamente, nuovi e più spessi materiali fonoassorbenti e un impianto stereo - optional - da 1.280W.

Questione di fine tuning

Meno 15% di rigidezza all'anteriore, meno 10% al posteriore, sterzo meno diretto del 2% e messo a punto per smorzare meglio le sollecitazioni provenienti dalla strada: fine. L'operazione Gran Turismo sulla McLaren 570 non va oltre questi aspetti, dal punto di vista del telaio. Perché comunque ci sono da tenere a bada i 570 CV del V8 3.8 biturbo e i suoi 600 Nm di coppia, che proiettano la due posti inglese a 328 km/h, da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi e da 0 a 200 km/h in 9,8 secondi. I freni? Concepiti anch'essi per un maggior comfort stradale, hanno dischi in ghisa (370mm di diametro davanti; 350mm dietro), con pinze a quattro pistoncini.

McLaren 570GT

McLaren 570GT, più lussosa, ugualmente sportiva.

Autore:

Tag: Novità , McLaren , auto inglesi , ginevra


Top