dalla Home

Curiosità

pubblicato il 18 febbraio 2016

Opel GT Concept, all'interno il futuro incontra gli Anni '60

Alluminio spazzolato e touchpad, strumenti circolari e display nelle bocchette. Tanti i dettagli interessanti

Opel GT Concept, all'interno il futuro incontra gli Anni '60
Galleria fotografica - Opel GT ConceptGalleria fotografica - Opel GT Concept
  • Opel GT Concept - anteprima 1
  • Opel GT Concept - anteprima 2
  • Opel GT Concept - anteprima 3
  • Opel GT Concept - anteprima 4
  • Opel GT Concept - anteprima 5
  • Opel GT Concept - anteprima 6

Può uno stile futuribile convivere e amalgamarsi con gli stilemi tipici degli anni Sessanta? Guardando gli interni della Opel GT Concept che debutta a Ginevra, la risposta è: certamente sì. A partire dalla forma del quadro portastrumenti in alluminio spazzolato, passando per quella del volante e anche rivolgendo lo sguardo alle (finte) bocchette laterali, la commistione è praticamente totale. Gli interni della GT Concept, dicono in Opel, sono pensati per il piacere più puro e una guida eccitante, a partire dal volante e dalla pedaliera regolabili al millimetro, che sono fondamentali per adattare la posizione di guida visto che il sedile è fisso. Inoltre, la linea ci cintura della portiera bassa permette al braccio di appoggiarsi naturalmente, mentre i colori dell'interno aumentano la sensazione di spazio e il tetto panoramico consente di godersi la vista del cielo. Un piacere di guida, dunque, dato non solo dalle pure prestazioni ma anche dalle sensazioni globali.

E siccome proprio il feeling con il pilota è il primo scopo di un'auto che pesa meno di 1.000 chili, anche i montanti del parabrezza sono sottili, per non inquinare la visione della strada. Ovviamente non tutte le soluzioni della concept sarebbero applicabili a un modello stradale, come i monitor laterali incastonati dove dovrebbero esserci le bocchette dell'aria, che proiettano le immagini catturate dalle telecamere esterna, fungendo da specchietti retrovisori. Nel resto della plancia, poi, non ci sono pulsanti, perché l'infotainment della GT Concept si comanda con il controllo vocale o al massimo con il touchpad centrale. A questo hardware corrisponde un software altrettanto avanzato, con un “assistente personale” che può scegliere la musica o la temperatura da tenere in abitacolo a seconda della situazioni, ma anche avvisare di pericoli imminenti.

Autore: Alessandro Vai

Tag: Curiosità , Opel , car design , ginevra


Agos Ducato

Chiedi subito un prestito
Importo:
Num. Rate:
Top