dalla Home

Novità

pubblicato il 18 febbraio 2016

Lexus LC 500h, l'ibrida sportiva della “scuola” giapponese [VIDEO]

Monta un inedito powertrain composto da un 3.5 V6 e da un motore elettrico, per una potenza totale di 354 CV

Lexus LC 500h, l'ibrida sportiva della “scuola” giapponese [VIDEO]

Un'auto ibrida può anche essere sportiva e negli ultimi anni lo hanno dimostrato tanti modelli diversi. Se però ci fosse bisogno di un ulteriore esempio, quello portato dalla nuova Lexus LC 500h che debutta a Ginevra è praticamente perfetto. Con un'accelerazione da 0 a 100 km/h completata in meno di 5 secondi, un inedito cambio automatico a 4 rapporti e un powertrain ibrido da 354 CV, la coupé giapponese ha prestazioni di assoluto livello, abbinate a uno stile che sicuramente non passa inosservato. Il motore e la trasmissione, tuttavia, meritano un approfondimento ulteriore, anche perché questa è la prima Lexus dotata della modalità M – dove M sta per Manual e non per Motorsport – ovvero un settaggio pensato per il massimo coinvolgimento nella guida, che permette anche la selezione manuale delle marce. In attesa di conoscere i dati ufficiali sui consumi e le emissioni, si può comunque constatare che il gap di potenza con il V8 aspirato da 5 litri e 467 CV non è terribile, soprattutto tenendo a mente il plus di coppia motrice portato dall'unità elettrica.

Una base tutta nuova

Tornando alla scheda tecnica dell'auto, i giapponesi hanno scelto uno dei layout più classici per una sportiva, quello a motore anteriore centrale e trazione posteriore e l'hanno incastonato in una nuova piattaforma chiamata GA-L. Questa farà da base anche a molti modelli Lexus di nuova generazione, ma in questa applicazione sportiva la priorità è stata quella di mantenere il baricentro basso. Farà discutere, invece, la scelta di optare per i pneumatici run-flat, perché se da un lato ha permesso di eliminare la ruota di scorta e di contenere gli sbalzi, dall'altro il piacere di guida potrebbe risentire della spalla più rigida di questo tipo di gomme. Per la LC 500h, in ogni caso, Lexus ha utilizzato molto alluminio, con lo scopo di contenere il peso. Sono costruiti in questo materiale sia il cofano anteriore che il posteriore, i parafanghi e i montanti delle sospensioni anteriori. La fibra di carbonio, invece, si trova nella struttura interna delle porte e nel tetto.

I cavalli non mancano

A proposito di sospensioni, all'avantreno la coupé Lexus utilizza un nuovo schema multi-link che ha consentito di abbassare sia le masse che la linea del cofano, nonostante i pneumatici siano di grandi dimensioni. Di serie, infatti, la LC 500h ha i cerchi da 20 pollici che diventano da 21 (forgiati) su richiesta. Tornando al motore, invece, su questa sportiva debutta il Multi Stage Hybrid System, cioè la nuova generazione di powertrain ibridi che vedremo anche su altri modelli. E' composto da un 3.5 V6 aspirato da 300 CV e 348 Nm, coadiuvato da un motore elettrico da 60 CV (posizionato al posteriore) alimentato da una batteria agli ioni di lito da 310 Volt. Anche il reparto trasmissione è molto interessante, perché oltre al classico CVT montato a valle del motore termico, c'è un ulteriore cambio automatico a 4 marce che si trova all'uscita dell'intero sistema. Una soluzione tecnica inedita che non vediamo l'ora di conoscere in tutte le sue sfaccettature.

Lexus LC 500h | Salone di Ginevra 2016

La nuova Lexus LC 500h è l''ibrida sportiva dallo stile che sicuramente non passa inosservato, con prestazione di assoluto livello grazie al powertrain ibrido da 354 CV.

Autore: Alessandro Vai

Tag: Novità , Lexus , auto giapponesi , ginevra


Top