dalla Home

Interviste

pubblicato il 18 febbraio 2016

Michael Cole: "Kia Niro riempie un vuoto nel mercato"

Il Chief Operating Officer del marchio coreano spiega le ragioni dietro ad una novità (ibrida) tanto strategica

Michael Cole: "Kia Niro riempie un vuoto nel mercato"

“Kia Niro riempie un vuoto nel mercato e attirerà una parte importante dei consumatori europei”, parola di Michael Cole, il COO di uno dei marchi che è cresciuto con più regolarità nel Vecchio Continente e che guadagna quota da sette anni. Il nuovo crossover debutta in versione ibrida in Europa al Salone di Ginevra 2016 (l'anteprima mondiale è avvenuta Oltreoceano, al Salone di Chicago) e in Italia il lancio è stato fissato per ottobre. Niro Hybrid è strategica non solo dal punto di vista commerciale (in Europa i volumi delle ibride sono raddoppiati negli ultimi 5 anni ed antro il 2020 dovrebbero raggiungere quota 700.000), ma anche dal punto di vista normativo perché è uno dei modelli con i quali Kia conta per ridurre le emissioni medie della flotta del 25% entro il 2020 e rientrare negli obiettivi comunitari. È una vettura con la quale il costruttore coreano rivendica una sorta di leadership tecnologica: a proposito del pacco batterie litio-polimeri da 1,56 kWh fa sapere che ha una “efficienza energetica superiore del 13% rispetto ai migliori concorrenti”. Del resto è annunciato come “il più compatto e leggero (appena 33 chilogrammi, ndr) utilizzato finora da Kia” e con una densità di energia superiore del 50%.

Uno sguardo alla tecnica

Malgrado il sistema ibrido sia “attualmente in fase di messa a punto”, Kia conferma gli obiettivi di emissioni di CO2 negli ciclo misto europeo attorno agli 89 g/km, ma ancora non rivela i dettagli sulle prestazioni. La tecnologia è basata sul motore quattro cilindri in linea benzina GDO da 1.6 litri da 105 cavalli ad iniezione diretta con ciclo Atkinson ed EGR raffreddato abbinato all'unità elettrica da 44 per un totale di 141 di potenza di sistema. La trasmissione è automatica a doppia frizione a sei rapporti, Kia 6DCT in sigla. Il Transmission-Mounted Electric Device è totalmente nuovo e consente di trasferire la forza alle ruote in parallelo con una dispersione minima di energia. Il modello è equipaggiato anche con l'Eco Driving Assistant System per conservare ed accumulare l'energia in ogni condizione. In pratica il sistema di navigazione è collegato sia al Coasting Guide Control sia al Predictive Energy Control ed “amministra” la potenza sulla base del percorso e la distribuisce al meglio per migliorare la resa come accade su alcuni modelli premium. Attraverso una spia sul cruscotto il CGC (attivo tra i 60 ed il 160 km/h) avverte chi sta al volante quando togliere il piede dall'acceleratore.

Un design "efficiente"

Sviluppata dai centri stile della Corea e della California, Kia Niro è l'interpretazione asiatica del crossover con misure esterne compatte (4,355 metri di lunghezza), ma un passo generoso rispetto alle dimensioni (2,7 metri). Designer e ingegneri hanno puntato sugli sbalzi contenuti per assicurare un abitacolo particolarmente spazioso: in pratica una wagon concepita come crossover e non una familiare “camuffata” con qualche millimetro di altezza dal suolo in più e le protezioni paracolpi di ordinanza. Rispetto ad altri modelli esteticamente “spinti”, le linee sono più convenzionali, anche se decisamente efficienti dal punto di vista aerodinamico: 0,29 di Cx. David Labrosse, capo della pianificazione del prodotto, si sbilancia: “Niro è veramente divertente da guidare – assicura – Per noi è 'fun to drive'. Ha un assetto che valorizza le emozioni al volante. Che è quello che volevano offrire, perché è quello che i nostri clienti vogliono: e noi vogliamo la redditività, cioè produrre quello che possiamo vendere”.

Scheda Versione

Kia Niro
Nome
Niro
Anno
2016
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
ibrida
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Mattia Eccheli

Tag: Interviste , Kia , auto coreane


Nuovo commento 1 Commenti

1

galleo_85 Proposta valida

galleo_85

Pubblicato il 18/02/2016 alle 17:25

La trovo davvero una proposta valida. Sia a livello powertrain che a livello stilistico. Brava KIA che propone auto sempre più interessanti!

Top