dalla Home

Eventi

pubblicato il 18 febbraio 2016

Salone di Ginevra, una certezza che dura da 86 edizioni [VIDEO]

120 anteprime mondiali, l'elezione di Car of the Year e una nuova app: ecco le novità del 2016

Salone di Ginevra, una certezza che dura da 86 edizioni [VIDEO]
Galleria fotografica - Salone di Ginevra 2015Galleria fotografica - Salone di Ginevra 2015
  • Salone di Ginevra 2015 - anteprima 1
  • Salone di Ginevra 2015 - anteprima 2
  • Salone di Ginevra 2015 - anteprima 3
  • Salone di Ginevra 2015 - anteprima 4
  • Salone di Ginevra 2015 - anteprima 5
  • Salone di Ginevra 2015 - anteprima 6

Il prossimo 3 marzo apriranno i battenti del Salone di Ginevra numero 86, una kermesse che dal 1904, anno della primissima edizione, ha dato i natali a moltissime vetture che hanno fatto la storia del settore. Da tre anni Maurice Turrettini è alla guida dell’organizzazione della Fiera e in occasione della presentazione della manifestazione alla stampa italiana ci ha parlato dei segreti del successo svizzero. La prima domanda, quasi obbligatoria, riguarda la ricetta per creare un evento al quale tutti vogliono esserci. Secondo Turrettini, il vero segreto è la neutralità produttiva della Svizzera, che consente un trattamento “alla pari” degli espositori, senza preferenze legate alla loro nazionalità: è anche per questo che i costruttori preferiscono Ginevra ad altri saloni per presentare le loro novità. Un altro ingrediente è la location, perché la Svizzera è geograficamente al centro dell’Europa e attira numerosi stranieri; lo stesso Palexpo, che da 35 anni ospita il Salone, è strategicamente posizionato in prossimità dell’aeroporto ed è comodamente raggiungibile con le linee ferroviarie.

Le previsioni sui prossimi anni

Abbiamo chiesto a Turrettini come vede il futuro di Ginevra e dei saloni dell’automobile in generale; la risposta è molto sicura: non scompariranno e non cambieranno più di tanto nella sostanza. Qualche anno fa, con l’avvento delle nuove tecnologie, chi organizza eventi internazionali come questo si è trovato spiazzato dall’avvento della multimedialità e si era molto preoccupati sul futuro di questo tipo di manifestazione, ma il pubblico ha dimostrato di continuare a preferire un contatto “fisico” con le auto e continua a voler toccare con mano i materiali e le forme, piuttosto che fermarsi esclusivamente ai configuratori online o alle auto presentate virtualmente su internet.

120 anteprime mondiali, eventi collaterali e Car of The Year

Anche quella del 2016 sarà un’edizione ricca, con 120 anteprime mondiali e il marchio di orologi Tag Heur che ha scelto proprio Ginevra per festeggiare i propri 100 anni di storia, con una mostra dedicata al connubio fra Tag Heur e le automobili. Come ogni anno, inolte, il Salone dell’Auto di Ginevra sarà la sede di elezione di “Car of the Year”, uno dei premi più ambiti dai costruttori, i quali sottoporranno le loro novità ad una commissione di 58 giornalisti specializzati provenienti da tutto il mondo, che decreteranno la vettura dell’anno: la vincitrice poi troneggerà all’interno dello stand del proprio marchio opportunamente segnalata.

Una manifestazione attenta all’ambiente

Il Salone di Ginevra si conferma inoltre attento all’ambiente e lo dimostra scegliendo come main sponsor l’Ufficio Federale per l’Energia (BFE), che con il suo “CO2ribassato.ch” vuole dimostrare che al volante ci si può divertire anche stando attenti al consumo di carburante e alle emissioni. È stata sviluppata anche l’app “Salon Car Collector”, che consentirà ai visitatori di individuare i veicoli ecologici in mostra e di vincerne addirittura uno.

Salone di Ginevra, la presentazione

Apertura prevista per il 3 marzo: il Salone di Ginevra 2016 è pronto a partire. Ecco il video di presentazione con le informazioni ufficiali sull'evento

Autore: Federico Lanfranchi

Tag: Eventi , ginevra


Top