dalla Home

Attualità

pubblicato il 16 febbraio 2016

Auto connessa e privacy, parte in Italia la campagna di sensibilizzazione

“My Car My Data” è l'iniziativa che arriva in Italia con un sondaggio online

Auto connessa e privacy, parte in Italia la campagna di sensibilizzazione

L'auto è sempre più connessa e da qui si apre un interrogativo importante: e la privacy dei dati? Gli automobilisti dovrebbero decidere se le informazioni raccolte attraverso i sensori, i geo-localizzatori, i dispositivi di comunicazione... dovrebbero essere condivisi oppure no (e con chi). Da qui prende il via il progetto, promosso dalla Federation Internationale de l’Automobile, “My Car, My Data”, una campagna internazionale di sensibilizzazione sul problema della proprietà dei dati che in Italia è sostenuta dall’Automobile Club d’Italia anche attraverso un sondaggio online. L'obiettivo è informare e sensibilizzare tutti sul problema dell’effettiva proprietà dei dati relativi al conducente di un’auto, informazioni che permettono di comprendere i comportamenti e le abitudini al volante, ma la FIA mira a sollecitare sull'argomento soprattutto le autorità comunitarie di Bruxelles, affinché intervengano con una regolamentazione chiara e trasparente sull’effettiva proprietà di questi dati e sulla scelta della loro trasmissione.

Il 90% dei cittadini europei, secondo i dati emessi dal sito di “My Car My Data”, ritiene che debbano essere i conducenti a scegliere se condividere o meno i dati emessi dai propri veicoli “connessi”. Inoltre, la maggioranza pensa che ci dovrebbe essere un mercato che possa consentire ai fornitori di servizi di competere liberamente nell’offrire un valore aggiunto a questa possibile condivisione. In sostanza, gli europei vogliono essere liberi di scegliere con chi condividere i dati del proprio veicolo, in futuro, se non diversamente obbligatorio per legge. L’auto connessa e le informazioni relative al conducente contribuiranno ad aumentare la sicurezza sulle strade di tutto il mondo ed ottimizzeranno l’efficacia nella guida, anche per questo motivo la campagna “My Car My Data” sollecita la partecipazione attiva dei cittadini che potranno far sentire direttamente la propria voce ed essere informati sulle varie iniziative di sensibilizzazione che si svolgeranno presso le autorità competenti.

Autore: Alberto Lattuada

Tag: Attualità , unione europea


Top