dalla Home

Mercato

pubblicato il 12 febbraio 2016

Audi, BMW e Mercedes, una gara a chi ne fa di più

Un'esplosione di modelli per tutti i gusti e le esigenze... con quali risultati?

Audi, BMW e Mercedes, una gara a chi ne fa di più
Galleria fotografica - Mercedes, la gamma 2016Galleria fotografica - Mercedes, la gamma 2016
  • Mercedes, la gamma 2016 - anteprima 1
  • Mercedes, la gamma 2016 - anteprima 2
  • Mercedes, la gamma 2016 - anteprima 3
  • Mercedes, la gamma 2016 - anteprima 4
  • Mercedes, la gamma 2016 - anteprima 5
  • Mercedes, la gamma 2016 - anteprima 6

L'interesse attorno ai marchi premium è sempre acceso: ce lo avete dimostrato pochi giorni fa con il dibattito che avete scatenato sul design di Casa Mercedes. Eccoci dunque a un'altra puntata, anzi spunto di riflessione: la vera e propria esplosione nel numero di modelli che i marchi premium si possono permettere senza (o quasi) paura di fare il famoso "buco nell'acqua" e che infatti verrà portata avanti ancora nei prossimi anni. Insomma, non ci sono più le Audi, le BMW e le Mercedes di una volta. E ce ne sono tante, tantissime, che prima non c'erano. Non trenta, non venti, ma dieci anni fa. E se quando si parla di estetica c'è sempre un'alta componente di soggettività, qui i numeri parlano chiaro. Vediamo dunque queste cifre che, ve lo anticipiamo, raccontano molto chiaramente una storia di successo. Senza se e senza ma.

Fissiamo qualche paletto

L'analisi che vi stiamo per sottoporre non richiede una laurea in statistica per essere compresa, ma qualche premessa è opportuno farla, per evitare confusione. Innanzitutto, i periodi esaminati: per il "censimento" del numero di modelli delle rispettive gamme, abbiamo preso la situazione attuale - febbraio 2016 - e quella di dieci anni esatti fa, febbraio 2006. Perché non andare ancora più indietro? Perché in 10 anni il mondo è cambiato già abbastanza profondamente e inserire un numero ancora maggiore di variabili avrebbe reso meno comparabili i numeri. C'era poi la questione della classificazione dei modelli, ovvero quando considerarli tali - come entità a sé stanti - e quando delle semplici "derivazioni". Il criterio che abbiamo scelto è quello della rilevanza delle modifiche apportate alla carrozzeria. Qualche esempio per capirci: Audi A1 3 e 5 porte sono un modello soltanto; Audi A3 3 porte e A3 Sportback sono due, visto che le differenze, dietro, sono sostanziali. Per quello che riguarda invece i dati relativi alle vendite abbiamo fatto riferimento all'anno 2005 e al 2015; per ovvie ragioni, non abbiamo preso in considerazione il 2016. Bene, siete pronti per la lettura.

Sono aumentate più le vendite del numero di modelli

A febbraio del 2006, Audi aveva 11 auto nella gamma, BMW ne contava 13 e Mercedes era già più strutturata, con 19. Oggi, se guardate il listino di OmniAuto.it (e applicate il criterio sopra esposto), siamo rispettivamente a quota 19, 24 e 25. Il bastian contrario potrebbe vederci un classico caso di "annacquamento dell'immagine" e di "perdita dell'identità". Sarà, ma nel 2005 Audi consegnava poco meno di 830.000 auto nel mondo, nel 2015 ha toccato quota 1.803.250 unità: più del doppio. Nello stesso periodo, BMW passa da 1.122.308 a 1.905.234 vetture e Mercedes da 1.097.000 a 2.001.400. Chi non vorrebbe perdere l'identità in questo modo? Certo, bisogna essere obiettivi e nel conto non si può non mettere la crescita del mercato mondiale dell'auto che - trainato da Paesi come Cina, India e Brasile (ora in crisi, però) - è passato da 47,05 milioni di auto vendute nel 2005 a ben 88,6 milioni. Ai più attenti si sarà già accesa una "spia" chiamata quote di mercato: tolta Audi, cresciuta dall'1,76% al 2,04% (ma era quella che partiva più in basso), BMW è calata dal 2,38% al 2,15% e Mercedes dal 2,33% al 2,26%. Il motivo? Da una parte, nei nuovi mercati e specialmente India e Brasile, si vendono soprattutto auto di fascia bassa. Dall'altro, l'Europa - patria dei tre marchi tedeschi - ha subito un vero e proprio shock dal 2007 in avanti, solo parzialmente riassorbito negli ultimi due anni.

Giochiamo con i modelli...

Ma quali sono i modelli che si sono aggiunti? Ci limitiamo ai casi più "eclatanti", per cui ci sentiamo in obbligo, rispettando l'ordine alfabetico, di citare l'Audi R8 del 2007, nata da una "costola" della Lamborghini (entrata nel frattempo sotto il controllo Audi, appunto) Gallardo: un vero mostro che nulla aveva a che fare con i valori del Marchio fino a quel momento, ma che ha contribuito ad innalzarne la percezione, tecnologica e sportiva. L'invenzione più "folle" di BMW si chiama invece X6. Un controsenso su ruote, a guardarla razionalmente: un prodotto capace di condensare il "peggio" del SUV (peso e baricentro alto) e il "peggio" di una coupé (posti posteriori un po' sacrificati e bagagliaio non grandissimo). Bene, questo controsenso ha avuto un successo oltre ogni più rosea aspettativa, andando a raccogliere tutti gli "orfani" della prima Porsche Cayenne (che nel frattempo era invecchiata) e inducendo Mercedes al clone, ovvero la GLE Coupé. Mercedes a sua volta è stata palesemente copiata, prima da Audi e poi da BMW, nel filone della "berlina-coupé": un concetto portato al successo dalla Stella con la prima CLS e copiato, a Ingolstadt, con l'Audi A7 Sportback, e a Monaco con la Serie 6 Gran Coupé. Il merito di Audi e BMW, però, è stato quello di allargare il concetto anche a vetture più piccole: A5 Sportback e Serie 4 Gran Coupé rispettivamente. Altro caso "clamoroso" è quello della Serie 2 Active e Gran Tourer: monovolume a trazione anteriore, un affronto per l'appasionato BMW. Bene: 107.000 auto vendute nel 2015. Del resto la strada l'aveva aperta Mercedes con la Classe B, proprio nel 2005...

E le sportive?

Non ci siamo certo dimenticati di S e RS (Audi), MSport ed M (BMW) ed AMG (Mercedes): solo, l'argomento è così "caldo" che merita trattazione a parte...

Galleria fotografica - BMW, la gamma 2016Galleria fotografica - BMW, la gamma 2016
  • BMW, la gamma 2016 - anteprima 1
  • BMW, la gamma 2016 - anteprima 2
  • BMW, la gamma 2016 - anteprima 3
  • BMW, la gamma 2016 - anteprima 4
  • BMW, la gamma 2016 - anteprima 5
  • BMW, la gamma 2016 - anteprima 6
Galleria fotografica - Audi, la gamma 2016Galleria fotografica - Audi, la gamma 2016
  • Audi, la gamma 2016 - anteprima 1
  • Audi, la gamma 2016 - anteprima 2
  • Audi, la gamma 2016 - anteprima 3
  • Audi, la gamma 2016 - anteprima 4
  • Audi, la gamma 2016 - anteprima 5
  • Audi, la gamma 2016 - anteprima 6

Autore: Adriano Tosi

Tag: Mercato , auto europee


Agos Ducato

Chiedi subito un prestito
Importo:
Num. Rate:
Top