dalla Home

Curiosità

pubblicato il 10 febbraio 2016

Mercedes richiama 840.000 auto in USA, vanno sostituiti gli airbag Takata

Si tratta di 840.000 veicoli, di cui 136.000 commerciali e finora non c'è stato nessun incidente

Mercedes richiama 840.000 auto in USA, vanno sostituiti gli airbag Takata

Daimler dovrà richiamare 840.000 veicoli negli Stati Uniti su precisa indicazione della National Highway Traffic Safety Administration, l'ente governativo che sovrintende alla sicurezza stradale, per sostituire gli airbag difettosi prodotti da Takata (qui i primi richiami, qui quelli di GM). I componenti si trovano sia sulle vetture Mercedes che sui veicoli commerciali, circa 705.000 pezzi sulle prime e 136.000 sui secondi. Si tratta comunque di un richiamo precauzionale, visto che finora non ci sono stati incidenti legati a questi airbag e il costo preventivato è di circa 340 milioni di dollari, già inseriti nel bilancio 2015. In questo modo il profitto netto relativo allo scorso anno è sceso a 8,7 miliardi, rimanendo comunque in crescita rispetto ai 7,3 miliardi raggiunti nel 2014. Daimler è solo uno dei tanti costruttori, insieme a BMW, Chrysler, Ford, General Motors, Honda, Mazda, Mitsubishi, Nissan, Subaru e Toyota, a dover far fronte ai problemi degli airbag Takata, che in tutto coinvolgono circa 35 milioni di veicoli.

Ma quale è il difetto dei “cuscini salvavita” prodotti dal componentista giapponese? Il problema è legato al precoce deterioramento del gas propellente, quello che serve a gonfiare l'airbag dopo che la centralina, ricevendo il segnale dai sensori di accelerazione, ha fatto esplodere la carica di attivazione. Quando il gas si altera, cosa che accade più di frequente nei climi molto umidi, l'airbag si può gonfiare casualmente, senza alcun motivo. Le conseguenze, a quel punto, possono essere di qualsiasi tipo e finora negli Stati Uniti sono stati accertati più di cento incidenti legati a questo problema, di cui sei hanno causato vittime.

Top