Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 9 febbraio 2016

Rc auto, nuvole nere in arrivo nel 2016

Nel 2015, solo lievi flessioni tariffarie. E le previsioni per il 2016 sono brutte

Rc auto, nuvole nere in arrivo nel 2016

L’anno scorso i prezzi Rca sono calati pochissimo, nonostante il crollo continuo di incidenti e rimborsi (dovuti anche alla norme del decreto Monti taglia-risarcimenti): -3,5% la media italiana, in linea con la tendenza iniziata nella seconda metà del 2012. Tuttavia, nel secondo semestre dello stesso 2015 sono emersi i primi segnali di un cambiamento che preannunciano un periodo di instabilità. Tradotto, potrebbero arrivare rincari. Lo dice l’Osservatorio Auto di AIBA, raccolti attraverso Check It Auto, lo strumento per la comparazione delle tariffe Rca. Le riduzioni tariffarie si sono concentrate nei primi mesi del 2015 e hanno interessato tutte le province italiane, con diminuzioni molto marcate in alcune aree del Sud considerate maggiormente a rischio come Bari, Reggio Calabria e Napoli: ovvio, proprio qui si hanno le tariffe stellari che fanno dell’Italia il Paese con gli automobilisti più stangati in Europa. Nonostante la diffusione della scatola nera.

Internet protagonista

Positivo l’andamento della raccolta premi per le garanzie del ramo auto che si richiama a rischi diversi (come Furto e incendio): polizze accessorie, facoltative, in più rispetto all’obbligatoria Rca. Il settore ha registrato il primo risultato positivo dal 2007 con una crescita dell’1,67% a 2,42 miliardi di euro, grazie all’aumento delle immatricolazioni da parte delle imprese, delle società di noleggio e di leasing che tradizionalmente assicurano anche i danni al veicolo. Si è ormai stabilizzato l’orientamento degli assicurati in favore delle polizze da acquistare via Internet (28%), anche se meno della metà sottoscrive concretamente una copertura online; non sfonda la bancassicurazione. Le prime due motivazione della mancata disponibilità a stipulare una polizza Rc auto allo sportello bancario sono la scarsa fiducia (34,9%) e la mancanza di interesse (31,5%) mentre il 22,4% non intende cambiare canale di vendita.

Intanto, al Senato…

Ma la vera partita si gioca al Senato, dov’è in discussione il Disegno legge Concorrenza: le compagnie assicuratrici spingono per tagliare ulteriormente i rimborsi, mentre Federcarrozzieri di Davide Galli fa muro, in difesa dei diritti dei danneggiati. Uno dei punti cruciali è la proposta della Tariffa Italia, unica dal Nord al Sud, per il guidatore virtuoso che è in prima classe di merito e non causa mai incidenti. Sul tavolo, c’è sempre l’obiettivo delle assicurazioni di imporre il risarcimento in forma specifica, che indirizzerebbe i danneggiati verso i carrozzieri convenzionati con le compagnie, le quali potrebbero così controllare ancor di più il mercato Rca della riparazione.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni


Vai allo speciale
  • Honda al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 5
  • Porsche al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 9
  • Honda al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 2
  • Ferrari al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 38
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top