dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 17 settembre 2007

In Grecia passare col rosso può costare uno stipendio!

Sanzioni proporzionate al reddito e multe salatissime

In Grecia passare col rosso può costare uno stipendio!

La Grecia si è forse stancata di essere tra i paesi europei meno "stimati" in fatto di sicurezza stradale. Le cifre parlano infatti chiaro: con poco più di 10 milioni di abitanti, nel 2004, ha contato 1.619 vittime sulla strada: la percentuale di mortalità stradale per milione di abitanti, è in Grecia molto più alta della media europea: 146 contro 91. (Fonte IBSR - Istituto Belga per la sicurezza stradale)

La linea dura adottata dal governo di Atene è molto aggressiva e punta molto sia sull'effetto preventivo costituito da maggiori e più puntuali controlli, sia sulla dissuasione vera e propria, decisa a colpire soprattutto il portafogli del trasgressore.

Uno degli esempi più eclatanti riportato dall'ASAPS riguarda il "bruciare un semaforo rosso": tale trasgressione comporterà una sanzione amministrativa molto pesante, non fissata stabilmente dal codice stradale, ma calcolata in relazione al reddito del multato. L'ispirazione è probabilmente giunta dai paesi nordici (la Svezia applica questo tipo di calcolo), ma l'iniziativa presa nei dintorni del Peloponneso - dove il salario minimo è di circa 700 euro al mese - rappresenta una novità assoluta per tutta l'area mediterranea.

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada , sicurezza stradale


Top