dalla Home

Test

pubblicato il 5 febbraio 2016

Peugeot 308, 100mila km dopo...

Nel centro ricerche di Belchamp abbiamo testato la qualità degli esemplari con qualche km sulle spalle

Peugeot 308, 100mila km dopo...

Noi giornalisti siamo una categoria fortunata: giriamo il mondo per provare nuovi modelli e raccontarvi come vanno. Una cosa però non possiamo raccontarvi: come va un'auto quando il profumo di nuovo è svanito e il quadro strumenti segna 50.000, magari 100.000 chilometri. Che cosa succede alle prestazioni, agli assemblaggi, ai materiali quando il tempo passa? È una domanda che si fanno anche quelli che le auto le costruiscono e per scoprire come trovano le risposte ho visitato il centro ricerche e sviluppo Peugeot di Belchamp, dove ho anche potuto guidare una 308 nuova e altre con tanti chilometri sulle spalle, così da toccare con mano le differenze tra i vari gradi di "stagionatura". L'enorme centro di Belchamp si trova nel sud della Francia a pochi chilometri dall'amica-rivale Germania e dalla fabbrica di Sochaux, dove viene costruita la Peugeot 308. Qui, protetti da un alto muro di cinta e da una sorveglianza quasi militare, 1.138 dipendenti sviluppano in segreto i modelli Peugeot e testano la sicurezza delle auto di tutto il gruppo PSA, grazie a 35 km di piste e 1.400 macchinari. All'ingresso ho dovuto compilare un sacco di autorizzazioni, indossare un giubbotto giallo fluo ad alta visibilità e coprire l'obiettivo della fotocamera del mio smartphone: la sicurezza, evidentemente, non è mai troppa. Una volta dentro, ho scoperto che il rigido trattamento militare a Belchamp non è riservato solo ai giornalisti, ma anche alle auto.

Invecchiamento precoce

La qualità è questione sia di percezione, che di affidabilità e chi acquista un'auto nuova - dicono quelli di Peugeot - vuole che resti e sembri come appena uscita dalla concessionaria almeno per i primi tre anni di vita. Come fa un costruttore, però, a controllare la qualità dei propri prodotti? Passare dieci anni a macinare chilometri su un modello prima di lanciarlo sul mercato è fuori discussione, quindi le case devono inventarsi delle soluzioni che stressino l'auto e i suoi componenti così da accelerare il passare del tempo.
Alcuni esempi? Per essere certi che la vernice e i materiali della loro nuova 308 fossero a livello della migliore concorrenza, durante lo sviluppo i tecnici Peugeot di Belchamp hanno testato le auto per 1.500 ore in una camera climatica in grado di simulare il sole dei più caldi deserti del mondo. Per verificare la resistenza della meccanica e degli assemblaggi, invece, la Peugeot 308 è stata messa per 6.000 ore su un macchinario con quattro pedane - una per ogni ruota - in grado di simulare vibrazioni, accelerazioni verticali fino a 50 g e temperature comprese tra i -40 e i 50 gradi. Sei settimane di questa camera delle torture automobilistica riescono a riprodurre sul corpo vettura lo stress di 240.000 chilometri, mentre i cambi di temperatura e umidità sono in grado di far invecchiare l'auto di tre anni in appena 22 giorni. Neppure i sedili della Peugeot 308 sono stati risparmiati: per verificare qualità e resistenza di rivestimenti e imbottitura, sul braccio di un robot è stato collegato uno strumento in grado di simulare sul sedile l'ingresso e l'uscita di un essere umano dall'abitacolo per 20-30.000 volte.
Tutti questi test servono agli specialisti per capire quali parti dell'auto sono più soggette a usura o quali assemblaggi dell'abitacolo potrebbero allentarsi per primi, provocando quegli scricchiolii e fruscii che ci fanno percepire più di altre cose che un'auto comincia a sentire il peso degli anni. L'assenza di BSR (Buzz, Squeak and Rattle) - come vengono chiamati in gergo i "rumorini" - è infatti un elemento fondamentale della qualità percepita e PSA in questo settore punta a diventare uno dei tre costruttori migliori a livello mondiale.

A 120.000 come a 2.000. O quasi

Oltre che a questa sfilza di test di laboratorio, prima di essere presentata al Salone di Francoforte 2013 la Peugeot 308 è stata sottoposta anche ai più "tradizionali" test di guida su strada e pista: 1.000 guidatori (professionisti e non) su 200 auto hanno percorso 2,5 milioni di chilometri, spesso in condizioni estreme. Questo dimostra che lo strumento di collaudo più sofisticato resta sempre il corpo umano e in Peugeot sono così fiduciosi dei risultati ottenuti con la 308 che, dopo la visita del centro ricerca e sviluppo, hanno portato me e altri colleghi a toccare con mano le differenze tra una Peugeot 308 nuova e altre più in là con gli anni e i chilometri. Per impostare lo standard sono salito su una Peugeot 308 SW 1.2 PureTech Turbo da 130 CV che aveva percorso poco più di 2.000 chilometri. Entrato in pista, ho cominciato a cercare di memorizzare le sensazioni dello sterzo, del cambio, dei freni e ho sfruttato alcuni passaggi del circuito di Belchamp - una curva parabolica, alcuni tratti con asfalto drenante o cemento e un paio di dossi e curve molto pronunciati - per mettere alla prova le qualità della 308 in termini di dinamica e comfort acustico. L'impressione? Quella di un'auto nuova, ovvio: quindi silenziosa, profumata, ben piantata a terra e molto reattiva a tutti i comandi.
Altro giro, altra Peugeot 308: questa volta una SW 1.6 HDi 92 CV con qualcosa in più di 56.000 chilometri e un portachiavi della società di noleggio Hertz che lasciava pensare a una vita piuttosto dura, tra parcheggi di aeroporti e corse verso riunioni aziendali. Dentro la pelle del volante era un po' più lucida che nell'esemplare nuovo fiammante, i pedali più opachi e le plastiche più rigide mostravano qualche segno di abuso. In pista, però, la 308 di mezza età - chiamiamola così - ha superato i miei strapazzamenti a pieni voti: forse le sospensioni avevano perso un po' di efficacia e i freni erano appena meno immediati, ma nel complesso le sensazioni di guida attraverso lo sterzo erano quasi identiche a quelle della sorella fresca di fabbrica. Sinceramente, se prima non mi avessero detto che l'auto non era nuova, non credo me ne sarei accorto.
Quando sono salito sull'ultima 308, il quadro strumenti segnava 121.746 chilometri. Questo esemplare è una berlina 1.2 PureTech Turbo da 130 CV con cui la rivista spagnola Autopista ha cominciato un long test a dicembre 2014 per raggiungere il traguardo dei 100.000 km e vedere cosa ne sarebbe uscito. In un anno l'auto ha coperto questa distanza passando nelle mani di circa 125 persone diverse, con un unico serio problema costituito dall'avaria di un sensore dell'ABS. Non paghi dell'esperienza, quelli di Autopista hanno deciso di estendere il long test a 200.000 chilometri e hanno portato la loro Peugeot 308 a Belchamp. Il risultato della mia esperienza a bordo di questa "veterana"? L'interno mi è sembrato in ordine, salvo la pelle del volante molto lucida, mentre dal punto di vista delle sensazioni di guida la frizione era più pesante dell'esemplare nuovo con motore identico e i freni meno efficaci. L'elemento più stanco erano gli ammortizzatori, piuttosto scarichi: in pista la Peugeot 308 è sembrata meno stabile in curva e le variazioni dell'asfalto provocavano vibrazioni e movimenti più pronunciati del corpo vettura. Nel complesso, però, anche in questo caso la Peugeot 308 ha dato l'impressione di un'auto solida e ben costruita, destinata a durare. E se quelli di Peugeot si sono presi il rischio di farmelo provare personalmente, è probabile che sia vero.

Autore: Andrea Fiorello

Tag: Test , Peugeot , auto europee


Nuovo commento 27 Commenti

1

ovviamente un piacere vedere una prova cosi.

mimmo

Pubblicato il 05/02/2016 alle 20:06

sono le prove che più interessano agli acquirenti. ma i tedeschi queste prove le hanno già intraprese 40 anni fà!! se provate una mercedes benz classe C oppure classe E di 15/20 anni scoprirete che neanche sentite uno scricchiolio neanche a pagarlo....i tedeschi 40/50 anni fà avevano capito cosa voleva veramente il popolo...ora lo fanno quasi tutti i crostruttori...c'è da dire che tutte le case ho quasi oggi come oggi, hanno fatto veramente passi avanti in affidabilità...

2

Per fortuna che era una 308....

Ariaaa

Pubblicato il 06/02/2016 alle 00:29

...avessero provato la "sorellina" 208 gli si sarebbe smontata fra le mani. Ho letto le esperienze di quelli che sfortunatamente l'hanno presa, e non è all'altezza di altre Peugeot che ho provato personalmente. La mia 206 si avvia ai 150000 ed ancora regge bene... ma purtroppo il marchio non basta, bisogna valutare caso per caso.

3

ma per piacere!!!!!

vwdeluso

Pubblicato il 06/02/2016 alle 20:39

Ho una citroen del 2007 con 120.000km e oramai costa più di meccanico che carburante,le sospensioni sono uno sfacelo sembra di guidare un calesse è tutta un rumore,devo cambiare le sospensioni posteriori e rifare i braccetti di sterzo anteriori l'idroguida il primo gennaio di questo anno,tanto per farmi gli auguri,nelle prime curve dopo l'avviamento va a scatti,si è rotto il cambio automatico a 100.000km a 110.000 il motorino di avviamento 10 giorni fa il termostato dell'acqua,in plastica!!!Ho avuto una opel vectra per 12 anni e 270.000km gli interventi non sono stati neanche la metà di questo catorcio francese gli scricchiolii e rumorini non sapeva neanche cosa fossero le sospensioni erano originali e andavano ancora perfettamente,la loro robaccia francese se la possono tenere!!!!!!!

4

le utilitarie non sono come le medie.

aurelio

Pubblicato il 07/02/2016 alle 08:46

le utilitarie sono sempre più economiche delle auto medie berline già dalla stessa marca. più un auto costa più le qualità sono migliori! auto come la golf con prezzi dai 20 mila in sù si incomincia a vedere un pò di qualità.ma se vuoi un auto veramente di qualità, stai sui 40 minimo di listino base, e stai sui livelli di Audi A4 BMW serie 3 e mercedes classe C. non è che comprandosi una dacia sandero a 8.000 euro la si può confrontarla con una renault clio da 16 mila euro.... il segmento delle utilitarie è lo stesso.ma la sandero è decisamente più economica! e non mi meraviglio che anche l'affidabilità lo sia di meno....

5

Queste sono vere prove

Francesco

Pubblicato il 07/02/2016 alle 10:25

Quando sono nuove, tutte le auto vanno bene, dovreste fare una rubrica:"dopo i 100.000 come vanno?". Io ho un passat con 140.000km e gli unici problemi che mi ha dato fino ad ora sono un sensore pressione gas di scarico (sostituito a 120.000km) e una Micro perdita dal paraolio del cambio dsg a 135.000km. Per il resto nessun scricchiolio neanche sul pavè di Milano e sospensioni ancora in buone condizioni.

6

x francesco

davide79

Pubblicato il 07/02/2016 alle 11:32

io ho una opel astra di 3 anni e 60 mila km mai avuto problemi, e gli scricchiolii neanche l'ombra! al contrario di una fiat in posseduta in precedenza, era una ciofeca! immagino che lei ritornerà a comprare auto del gruppo volkswagen? anche io sono molto soddisfatto della mia, la prossima auto però sarà la golf 8 mi dispiace lasciare la opel, ma la golf è sempre la golf !

7

Ognuno ha le sue storie

Chi non vende auto ..........

Pubblicato il 07/02/2016 alle 18:40

E' inutile anche discutere le esperienze sono soggettive. Io ho una brava di 15 anni 280.000 Km e non scricchiola niente, non ho mai cambiato ne marmitta ne frizione ne niente 9 solo parti usurabili come i freni o altro ) e va come un orologio. Poi vedo gente con le auto da 50.000 Euro fermi ai lati della strada. ( A me mai successo ). Come detto. Discussioni inutili. Le variabili sono cosi' tante che solo quegli ignoranti e analfabeti dei concessionari possono avventurarsi in cavolate simili.

8

x Davide 79

Francesco

Pubblicato il 07/02/2016 alle 19:14

Sì Davide, la mia prossima auto sarà sicuramente del gruppo vw. Anch'io x lavoro ho un doblò con 2 anni di vita e 70.000km, a 40.000 sostituito pastiglie e dischi xchè deformati...sulla mia macchina i dischi li devo sostituire al prossimo cambio pastiglie (140.000km), le gomme dei pedali sono già consumate, liscie, mentre in macchina sono ancora nuove... le Fiat se costano di meno ci sarà un motivo...

9

la mia prossima auto non sarà francese

vwdeluso

Pubblicato il 07/02/2016 alle 20:46

e nemmeno italiana visti i trascorsi poi ù vero che le esperienze sono personali e ci sono innumerevoli variabili,non concordo con chi dice che più sali di prezzo più ti devi aspettare affidabilità,allora vuol dire che chi compra utilitarie si deve aspettare di essere sempre dal meccanico?E vero che più costa più dovrebbe essere robusta ma non che una faccia 300.000km e l'altra neanche 100.000 perchè costa la metà.Non capisco infine cosa ci trovate in vw io ho avuto una passat e rispetto alla mia opel vectra stesso segmento non ci ho trovato nulla di così stupefacente alla fine si ecquivalevano con la differenza che il gruppo lascia il cliente a sgrossarsi i loro problemi di progettazione vedi dsg7 marce das truffa!!!

10

x vwdeluso

aurelio

Pubblicato il 07/02/2016 alle 23:48

ha mai visto vecchie mercedes e vecchie bmw serie 5 con oltre il milione di km ed ancora funzionanti..? un utilitaria per ragioni di costi non potrà mai avere quelle qualità!

11

ha mai chiesto....

vwdeluso

Pubblicato il 08/02/2016 alle 00:17

quanti milioni di interventi hanno fatto?Sta solo li la differenza.

12

x vwdeluso

aurelio

Pubblicato il 08/02/2016 alle 01:05

ho visto mercedes con milioni di km i proprietari vantavano una grande robustezza,immagino che grossi problemi non li hanno mai avuti.la bmw serie 5 anchessa molto robusta, il proprietario aveva fatto tutta la manutezione necessaria, aveva avuto un cambio frizione in precedenza, le cinghie piú volte e un cambio catena distribuzione. la manutenzione e materiali di consumo non sono da ritenersi guasti! se ti compri un utilitaria non avrà nessuna qualità delle grandi berline! un amico molto tempo fà aveva venduto una mercedes di 14/15 anni con ancora gli ammortizzatori originali, ancora tutta funzionante. la qualità mercedes e bmw sono veramente al top. non lo puoi pretendere con un utilitaria...

13

quello che conta sono i richiami...e le lamentele spedite alla casa...

supersubaruofu.s.a.

Pubblicato il 08/02/2016 alle 01:56

le crucche ne hanno a bizzeffe....altro che le storielle di qualcuno contro le italiane...!!!

14

x la capra tarantino!

ignazio5

Pubblicato il 08/02/2016 alle 09:09

tu devi solo stare ZITTO! se incominciamo a parlare delle italiane: fiat stilo e alfa 147 senza freni..? e mai un richiamo! se provi a proporre una fiat ad un expossessore di una stilo, ti prenderà a calci ne c@@lo solo a proporgli un auto italiana! ma tu sei una capra certe cose non le puoi capire!!! FIX IT AGAIN TONY

15

quello che deve tacere sei tu....leggi idiota..

supersubaruofu.s.a.

Pubblicato il 08/02/2016 alle 12:33

oltre i 10 mila licenziamenti cominciano i tagli ai progetti....http://www.yellowmotori.it/news/vw-taigun-non-va-in-produzione/ la multa si avvicina....poi rido io e ti derido...!!!

16

intando cominciamo a ridere della giulia!

aurelio

Pubblicato il 08/02/2016 alle 13:43

crash test della giulia falliti!!!!! haaa haaa tempo sul circuito del numburgring fasullo! manca il video: interno auto!!!! quindi sencondo il gestore del numburgring il tempo di 7:39 è da ritenersi nullo!!! poi ha fallito i crasch test...auto realizzata da pizzaioli e panettieri!!! haaaa haa haaa haaaa

17

Che le superlusso durino di più è leggenda.

pieroo1

Pubblicato il 08/02/2016 alle 14:17

La bmw 5 seconda serie benzina, gran pachiderma da 1980kg a secco con un 22000cc da 130 cv era nota per bruciare al testa del suo 6 inline a circa 150.000 km. La mia 106 aveva 220.000 km e l'ho cambiata per incidente: non valeva la pena ripararla, ma garantisco che andava ancora come un missile.....solo manutenzione delle parti di usura !!! La meccanica non fa differenze. Sempre ferro e acciaio si devono usare.

18

aurelio...

supersubaruofu.s.a.

Pubblicato il 08/02/2016 alle 16:32

il tempo e' stato certificato il video arriva a breve cosi starai muto la multa arriva prima....e piangerai...!!!

19

x piero 1

mimmo

Pubblicato il 08/02/2016 alle 16:51

ecco tu sei uno dei classici del blog: guidatore di panda e derivati, sparano a zero sulle signore auto. cosa credi che pesa una bmw serie 5 quanto la tua marmitta con lo ruote...? e poi ti commenti da solo che non capisci un tubo di auto! provo a replicare ciò che hai detto: ( una peugeot che va come un missile...) immagino che sei uno di quelli sfigati con macchinette del caffè si sentono piloti! lo pensi solo tu! oppure la capra tarantina che con un bidone se la tira non sò come! ragazzini di periferia, tamarri e spericolati! la PS4 ha fatto danni irreparabili a certa gente! ve lo dice uno che guida auto di un certo livello, e di videogiochi quando ero un ragazzino non l'ho mai visto! ma donne nelle vostre località non esistono???

20

vw

lele181

Pubblicato il 08/02/2016 alle 17:57

Io ho ancora una vw bora 1.9 tdi del 2001 va che è una meraviglia,fatti 240000 km motore sempre andato bene,dischi freni mai cambiati,si ho qualche scricchiolio ma niente di che,per il resto va tutto bene!

21

ecco le testimonianze di chi ha avuto veramente a che fare con le tedesche.

ignazio5

Pubblicato il 08/02/2016 alle 21:43

L'esempio di come si sono popolate le tedesche in italia e in europa. il futuro delle auto è tedesco! il problema di noi italiani guadagnamo in media molto poco rispetto alla comunità europea. perchè altrimenti se si guadagnasse di più, altro che acquistare panda e punto...la gente se può compra Golf, Audi, BMW e mercedes! se fate un giro in germania le auto di segmento A sono una rarità....mentre da noi sono le più popolari, ma paghiamo le tasse più di tutti!!!

22

ignazio troll da strapazzo....

anticrucco(Alfa 156 gta am super)156

Pubblicato il 08/02/2016 alle 22:06

comprare e affidabilita' sono 2 cose diverse....

23

x il post 22 sei un supercafone demente!

ignazio5

Pubblicato il 08/02/2016 alle 23:03

sei una capra!!! stai zitto taranantino capra!!! idiota!!! non capisci un tubo di civiltà!!! qualcuno ti porti un pò d'acqua potabile cosi ti lavi un pò!!! sei un villano un rozzo! vergognati!

24

i tuoi insulti razzisti ti qualificano...

supersubaruofu.s.a.

Pubblicato il 09/02/2016 alle 02:20

i tuoi commenti sulle auto sono da ridere...!!oltre che ignorante sei pure razzista...la redazione deve bannarti!!!parlare di auto ti viene difficile in alternativa insulti...fai pena!!!

25

x il tarantino capra

aurelio

Pubblicato il 09/02/2016 alle 08:45

Sei te che và bannato! animale!!! stai sempre ad insultare tutti ora ti lamente se ti insultano??? impara l'educazione capra!!! ma a te bisogna addomestiscarti visto che sei una capra!

26

menomato rileggiti il commento 14...

supersubaruofu.s.a.

Pubblicato il 09/02/2016 alle 15:26

e chiediti chi ti ha cacato cesso di uomo!!!

27

mamma mia quanto è idiota sto tarantino!

saverio

Pubblicato il 13/02/2016 alle 01:38

sta capra di taranto è una immondizia!! sei talmente sfigato che ti evita pure i tuoi paesani! sei inutile!!!

Top