dalla Home

Home » Argomenti » Multe e Ricorsi

pubblicato il 5 febbraio 2016

Guida senza patente, da domani non sarà più reato

Con la nuova legge ci sarà "solo" l'illecito, punito con 5.000 euro di multa

Guida senza patente, da domani non sarà più reato

Depenalizzare per svuotare le carceri e alleggerire il carico di lavoro dei magistrati: ecco l’obiettivo del Governo Renzi. All’interno di questa operazione, rientra la depenalizzazione della guida senza patente (mai conseguita, sospesa o revocata): oggi è un reato, punito anche con una multa di 2.257 euro. Da domani, sabato 6 febbraio 2016, sarà "solo" un illecito, ammendabile con una multa di 5.000 euro. In caso di recidiva nel biennio, scatta il reato. Le polemiche sulla questione sono fortissime sin da quando s’è avuta notizia della novità (qui i dettagli): è difficile stabilire se la depenalizzazione della guida senza patente, col raddoppio della multa, funga ancor più o ancor meno da deterrente. Fra gli osservatori, prevale la seconda ipotesi: la norma adesso fa meno paura, anche perché sovente chi guida senza licenza è un nullatenente, che non ha da temere la sanzione di 5.000 euro (non la pagherà, né verrà denunciato penalmente).

Cambia l’articolo 116. Il pacchetto depenalizzazioni è stato approvato con il decreto legislativo 15 gennaio 2016 numero 7 e il decreto legislativo 15 gennaio 2016 numero 8. Ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 17 del 22 gennaio 2016. Le novità (almeno per la patente) partono il 6 febbraio 2016. Tutto ruota attorno all’articolo 116 del Codice della Strada. Però attenzione a non fare confusione: un conto è guidare senza patente perché mai conseguita, sospesa o revocata, e in questi casi scatta l’illecito più la multa di 5.000 euro; un altro è guidare con patente dimenticata a casa (o altrove). In quest’ultima ipotesi, la multa è di 41 euro, in base all’articolo 180 del Codice della Strada. Saranno gli agenti delle Forze dell’ordine a verificare se l’automobilista possiede o no la patente, se si tratti di guida con patente dimenticata o mai conseguita (oppure sospesa o revocata), consultando un database: se risulta che è una dimenticanza, il trasgressore, comunque sanzionato, dovrà esibire la licenza alle Forze dell’ordine entro un certo numero di giorni.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , multe , patente a punti


Top