dalla Home

Attualità

pubblicato il 14 settembre 2007

I benzina italiani sono pronti per una nuova serrata

15 giorni di protesta contro il DDL Bersani

I benzina italiani sono pronti per una nuova serrata

Sta per iniziare un nuovo autunno caldo per gli automobilisti italiani sul fronte dei rifornimenti di carburante. Le Organizzazioni di categoria dei Gestori hanno infatti proclamato 15 giorni di sciopero contro il disegno di legge Bersani ed i suoi recenti sviluppi.

A far esplodere la già delicata relazione tra Istituzioni e i rappresentanti dei Benzinai sarebbe stata la presentazione, in Commissione Attività Produttive da parte del Governo, di emendamenti aggiuntivi al DDL Bersani sulle liberalizzazioni. Emendamenti che, afferma la nota congiunta di FIGISC - ANISA CONFCOMMERCIO, "azzerano qualsiasi regolamentazione sugli orari di esercizio ed abrogano le norme che finora avevano costretto i petrolieri ad accettare una forma di contrattazione capace di contenere il loro strapotere nei confronti dei Gestori".

La manovra politica è stata percepita dai Gestori come l'insieme di misure "equilibratrici offerte ai petrolieri, in cambio di quelle già offerte alla GDO (Grande Distribuzione Organizzata - ndr)". Queste azioni "consentiranno ai petrolieri di colpire, precarizzare e schiacciare qualsiasi resistenza di una categoria" che loro definiscono "già contrattualmente più debole".

Ed ecco allora che la richiesta in Commissione di aggiungere alcuni emendamenti al ddl è stata interpretata come un "vero e proprio mandato a far tacere l'unica opposizione sociale ad un progetto che trova tutti i 'poteri forti' coalizzati". A monte della situazione, difatti, secondo la Categoria ci sarebbe "un disegno volto a spartire un mercato annuo di 45 miliardi di Euro tra industria petrolifera e GDO".

Comunque la si voglia vedere, nei prossimi giorni, le Autorità preposte e le Prefetture riceveranno le comunicazioni di sciopero da parte della Categoria, mentre a noi automobilisti non resta che prepararci spiritualmente a nuove "scorte" strategiche di carburante...

Autore:

Tag: Attualità


Top