dalla Home

Eventi

pubblicato il 3 febbraio 2016

Salone di Ginevra, tutte le info per arrivare preparati

Ad un mese dall'apertura, ecco il punto sulle novità e su come organizzare il viaggio

Salone di Ginevra, tutte le info per arrivare preparati
Galleria fotografica - Salone di Ginevra 2016, le novità che vedremoGalleria fotografica - Salone di Ginevra 2016, le novità che vedremo
  • Fiat Tipo 5 porte - anteprima 1
  • Alfa Romeo Giulia, la gamma completa - anteprima 2
  • Maserati Levante - anteprima 3
  • BMW Serie 5, nuova generazione - anteprima 4
  • Jaguar F-Type SVR - anteprima 5
  • Opel GT Concept - anteprima 6

29 giorni, 696 ore, 41.760 minuti. Scegliete l'unità di misura che preferite ma la sostanza - anche nel bisestile 2016 - non cambia: al Salone di Ginevra manca ormai un mese esatto ed il conto alla rovescia per molti è già iniziato. Lo è sicuramente per noi di OmniAuto.it che in Svizzera ci saremo anche quest'anno durante le giornate stampa (1 e 2 marzo) con il nostro speciale minuto per minuto, ma lo è anche per i molti appassionati che dal 3 al 13 marzo affolleranno gli stand di uno dei saloni dell'auto più importanti al mondo, ed uno dei più vicini all'Italia. La posizione infatti è sempre la stessa, il Palaexpo in via Route François-Peyrot 30, a meno di quattro ore di auto da Milano; una location ormai familiare a molti, ma che quest'anno sotto i teli delle novità e delle anteprime riserverà non poche sorprese, oltre alla consueta selezione delle tre finaliste di World Car of the Year. Ecco allora cosa c'è da aspettarsi e come prepararsi al meglio per il salone, biglietti e cartina alla mano!

Cosa c'è da vedere

Le novità come si è detto non mancheranno. Al Salone di Ginevra 2016 sono attese le versioni cinque porte (qui il brevetto della hatchback e qui le foto spia) e station wagon della Fiat Tipo, ma per FCA presenzieranno anche la 124 Spider, lanciata al Salone di Los Angeles a fine 2015, e le grandi novità di casa Alfa Romeo: attesissimi sono l'intera gamma della Giulia, presente anche in versione "base" (qui il rendering), e i restyling di MiTo e Giulietta (i nostri rendering esclusivi qui e qui). Il Palaexpo sarà anche la cornice per la prima nel Vecchio Continente della Range Rover Evoque Convertibile, che accompagnerà un'altra novità per il Gruppo inglese, la Jaguar F-Type SVR, mai vista dal vivo. Ginevra sarà però anche l'occasione per vedere l'attesa (e spesso fotospiata) Maserati Levante (qui il nostro rendering), la nuova BMW Serie 5, la concorrente Mercedes Classe E (i nostri rendering qui e qui), oltre che Classe C Cabrio, Lamborghini Centenario e la seconda generazione della Porsche Panamera (qui il rendering). Novità attese da tempo, come del resto anche il restyling della Volkswagen Golf (qui le anticipazioni), che si affiancano a debutti annunciati negli ultimi mesi come la Ferrari California in versione Handling Speciale (qui il video teaser), il concept Skoda VisionS, la Touring Superleggera, la Opel GT Concept, Pagani Huayra BC o "vecchie" conoscenze come la versione definitiva della Toyota C-HR. C'è però ancora tempo di annunci - l'ultimo è quello di Pininfarina, che porterà un misterioso Concept - e conferme - sono attese anche Audi Q1 e TT RS e il SUV Seat - prima del 3 marzo.

Come si raggiunge il salone

Tre le strade percorribili per raggiungere Ginevra ed il Palaexpo: auto, treno ed aereo. Chi sceglie la prima alternativa - l'automobile - sui percorsi possibili in realtà ha ampia scelta e molto dipende da qual è il luogo di partenza, ma una volta raggiunta la Svizzera, sull'autostrada da Losanna a Ginevra, sarà sufficiente seguire le indicazioni per Palais des Expositions, Geneva Palaexpo, e posteggiare l'auto in uno dei tanti parcheggi collegati via navetta alla fiera. Per chi viene dall'Italia è attiva inoltre anche quest'anno la promozione del Tunnel del Gran San Bernardo che permette di usufruire del rientro gratuito nel Belpaese entro 3 giorni presentando il biglietto di andata e quello del Palaexpo. Gli amanti del treno hanno vita ancora più facile: la stazione di Ginevra Aeroporto dista meno di cinque minuti a piedi dal Padiglione 7 e le offerte con Trenitalia o le Ferrovie Federali Svizzere non mancano. Sorte simile per chi sceglie l'aereo, che atterrando all'aeroporto internazionale della Capitale elvatica può raggiungere il Palaexpo a piedi in 7 minuti circa. Che si arrivi in auto, treno o volando i mezzi pubblici ginevrini sono a disposizione ed efficienti come un orologio svizzero: l'N.5 (Hopital-Palexpo-Aeroport) collega il centro città con Palaexpo in soli 20 minuti e il tempo di attesa varia da 4 a 8 minuti.

Quanto costano i biglietti... e come vincerli

Il costo dei biglietti non è cambiato ed anche quest'anno per l'intero si pagano 16 CHF (marchi svizzeri) e per il ridotto 9 CHF. Rientrano nella tariffa ribassata i bambini dai 6 ai 16 anni, i pensionati e i disabili, mentre i gruppi oltre le 20 persone posso sfruttare la tariffa di 11 CHF a persona. Attiva anche quest'anno la promozione che permette di risparmiare il 50% del costo del biglietto - intero o ridotto - sui biglietti acquistati dopo le 16.00, ovviamente per entrate nello stesso giorno. Chi però volesse assicurarsi l'ingresso in anticipo - e non avesse già comprato le prevendite - può acquistare i biglietti anche online a questo indirizzo o partecipare al concorso per aggiudicarsi diversi pass per due persone messi in palio da Peugeot attraverso questo contest.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , ginevra


Top