Mercato

pubblicato il 2 febbraio 2016

L’8 cilindri traina le vendite della Ferrari

Nel 2015 sono aumentate le consegne di California T, 458 Speciale A e 488 GTB

L’8 cilindri traina le vendite della Ferrari
Galleria fotografica - Le Ferrari a 8 cilindriGalleria fotografica - Le Ferrari a 8 cilindri
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 1
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 2
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 3
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 4
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 5
  • Le Ferrari a 8 cilindri - anteprima 6

Le Ferrari a 8 cilindri piacciono, e piacciono più di quelle con il V12 sotto il cofano. Una scelta dei clienti che ha praticamente trainato le vendite del marchio di Maranello che nel 2015 ha aumentato le consegne del 6% arrivando a 7.664 unità. I modelli con il V8 sono saliti del 17%, mentre quelli col V12 hanno perso il 24%. Del resto la F12berlinetta e la FF sono giunte rispettivamente al loro quarto e quinto anno di commercializzazione, mentre la 458 Speciale A, la 488 GTB e la California T sono giovani e proprio di quest’ultima Ferrari sta per presentare, al Salone di Ginevra, un allestimento inedito (l’Handling Speciale). Da questo punto di vista occorre ricordare che le consegne della Ferrari F12tdf (la serie limitata col motore V12 aspirato che omaggia il Tour De France) sono appena iniziate. Questi e altri dati sono stati comunicati oggi dalla Società che ha annunciato i ricavi netti consolidati e i risultati preliminari del quarto trimestre e dell’intero 2015.

Retromarcia in Cina

Grazie all’incremento delle consegne e al contributo positivo dei programmi di personalizzazione, il 2015 si è chiuso con un utile netto aumentato del 9% a 290 milioni e ricavi netti cresciuti del 3% a 2,854 miliardi; tuttavia al 31 dicembre l'indebitamento netto ammontava a 1,938 miliardi rispetto a disponibilità nette di cassa per 566 milioni alla fine del 2014. Una variazione riconducibile alla riorganizzazione della nuova struttura finanziaria legata all'Ipo e allo scorporo da Fiat Chrysler Automobiles. Guardando ai singoli mercati, se le vendite sono andate bene nelle regioni Emea, Americhe e Apac (rispettivamente cresciute del 2%, del 7% e del 26%), nell’area Greater China c’è stata una flessione del 10%, nonostante il +7% del quarto trimestre.

Le prospettive per il 2016

Il 2016 sarà un anno molto importante per Ferrari, che il 3 gennaio scorso ha completato l’annunciata separazione da FCA, in precedenza suo principale azionista. Dopo il debutto a Wall Street, il 4 gennaio la Società ha completato la quotazione a Piazza Affari ed è iniziata una nuova “era”. Per quest’anno il Gruppo ha ipotizzato consegne per circa 7.900 vetture, ricavi netti per oltre 2,9 miliardi di euro e indebitamento netto sotto gli 1,95 miliardi.

Autore:

Tag: Mercato , Ferrari , auto italiane


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 37
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 32
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 43
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top