dalla Home

Home » Argomenti » Multe e Ricorsi

pubblicato il 2 febbraio 2016

Divieto di fumo in auto, ecco le multe se ci sono gestanti e bimbi

Scatta la nuova legge che prevede limiti a macchina accesa o parcheggiata

Divieto di fumo in auto, ecco le multe se ci sono gestanti e bimbi

Partiamo dalla legge, in vigore da oggi. Per chi fuma all’aperto davanti scuole e ospedali o in auto in presenza di minori e donne incinte, scattano le sanzioni previste dall’articolo 52, comma 20, della legge 28 dicembre 2001, numero 448. E qui vanno fatti parecchi distinguo, per evitare malintesi. Anzitutto, il divieto vale sia per l’auto in movimento sia per la macchina ferma, parcheggiata, in qualsiasi luogo si sosti. Non è necessario guidare. Secondo: il divieto vale per il guidatore, ma anche per qualsiasi passeggero, che può essere multato dalle Forze dell’ordine (qui le norme). Ma adesso veniamo alle multe, l’aspetto più controverso della questione.

Da caso a caso

Schematizzando, la multa va da un minimo di 25 euro a un massimo di 250 euro per fumo all’aperto davanti a scuole e ospedali, e per fumo in auto in presenza di minori sotto i 18 anni. È probabile che venga applicata la sanzione minima: 25 euro. Però attenzione: la multa va da 50 a 500 euro per fumo in auto in presenza di minori sotto i 12 anni e di donne incinte. Anche in questo caso, è probabile l’applicazione del minimo, ossia 50 euro.

Al volo

Diventa molto difficile pensare a un agente delle Forze dell’ordine che vede il trasgressore fumare in presenza di minori o gestanti, prende nota della targa e invia la multa a casa del proprietario della vettura: ci sarebbero molti contenziosi in materia. È verosimile che l’agente fermi subito il trasgressore (contestazione immediata), verifichi meglio la situazione all’interno dell’abitacolo, individui il minore (e se ha meno di 12 anni) o la signora in dolce attesa, e appioppi la multa. Contro cui non si potrà opporre ricorso.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , multe , salute


Top