dalla Home

Attualità

pubblicato il 13 settembre 2007

Ferrari - McLaren: la sentenza

La FIA penalizza fortemente la McLaren, Ferrari soddisfatta

Ferrari - McLaren: la sentenza

Il Consiglio Mondiale FIA ha ribaltato la sua precedente sentenza dichiarando colpevole la McLaren Mercedes di violazione dell'articolo 151 c del regolamento FIA.

Al Team anglo-tedesco sono stati tolti i punti sinora "guadagnati" nel campionato costruttori ed è stata inflitta una multa di 100 milioni di dollari; non sono stati tolti punti ai piloti del team in quanto hanno fornito prove incontrovertibili sul caso, contribuendo significativamente alla determinazione della verità.

Il peso della sentenza è quintuplo:

->restituisce prima di tutto dignità alla Ferrari, offesa dal comportamento fraudolento di un suo ex-collaboratore, dal comportamento doppio-giochista della McLaren (utilizzo dei segreti industriali da una parte e tentativo di accordo dall'altra, il tutto in contemporanea) e dalla precedente sentenza che, consenticelo, aveva l'amaro sapore di una istituzionale presa per i fondelli;

->agli effetti del Campionato del Mondo che, come avevamo anticipato nell'articolo di stamane, vede avanzare di colpo tutte le squadre, con la BMW che diviene seconda forza del Mondiale e Renault che segue a ruota;

->ai fini del prossimo campionato, in quanto la FIA esaminerà la nuova auto, riservandosi l'applicazione di ulteriori sanzioni qualora sia verificato l'utilizzo di informazioni di provenienza Ferrari;

->per la giustizia sportiva, uscite malconcia dal round precedente; avevamo scritto che una sentenza giusta avrebbe riabilitato il Corpo giudicante in quanto sarebbe andata a toccare interessi consolidati; va ora riconosciuto alla FIA il coraggio della marcia indietro, anche se di fronte a prove incontrovertibili, c'è sempre poco da fare...

->Per il mercato piloti, che a questo punto potrebbe essere movimentato dalla partenza di Alonso in chiave Renault 1008 e, chi può dire?, Ferrari 2009. Se, come crediamo, il contrattoi di Alonso ha disciplinato un eventuale recesso per colpa grave del team, lo spagnolo - e con lui i suoi sponsor - potrebbero prendere il volo.

Torneremo in argomento, forse non subito e comunque non appena in possesso di ulteriori, qualificanti dettagli.

Autore: Giovanni Notaro

Tag: Attualità


Top