dalla Home

Home » Argomenti » Multe e Ricorsi

pubblicato il 1 febbraio 2016

Guida senza patente, quali multe

Con il programma di depenalizzazione dal 6 febbraio entrano in vigore le nuove regole

Guida senza patente, quali multe

C’era e c’è poco da scherzare se non siete in regola in caso di controlli di Polizia (e Carabinieri). Le cose peggiorano se il problema riguarda la vostra patente. Adesso, a proposito di questo aspetto, la normativa è stata modificata, ed è bene conoscerla, così da essere ancora più al riparo da guai. Si tratta di un cambiamento imposto al Codice della Strada dal Governo Renzi, che rientra nel programma di depenalizzazione, per alleggerire il carico di lavoro dei Tribunali e per cercare di combattere il sovraffollamento carcerario.

Per avere le idee chiare

1# Oggi. Con la regola attuale, se guidate con patente mai conseguita, sospesa, revocata, scatta la denuncia penale. È un reato. Cui si somma una multa di 2.257 euro. Sta tutto scritto nell’articolo 116 del Codice della Strada.

2# Novità. Il pacchetto depenalizzazioni è stato approvato con il decreto legislativo 15 gennaio 2106 numero 7 e il decreto legislativo 15 gennaio 2106 numero 8. Ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 17 del 22 gennaio 2016. Le novità (almeno per la patente) partono il 6 febbraio 2016.

3# Spartiacque. Dal 6 febbraio 2016, con la nuova norma, se guidate con patente mai conseguita, sospesa, revocata, scatta un illecito. Non è più un reato. Cui si somma una multa doppia rispetto a quella vecchia: 5.000 euro.

4# Recidiva. Sempre dal 6 febbraio, in caso di recidiva, ossia se si viene pizzicati al volante con patente mai conseguita, sospesa, revocata, scatta la denuncia penale. È un reato.

5# Dimenticanza. Infinitamente meno grave è un’altra infrazione: guidare senza patente, ma avendo il documento perfettamente in regola. Solo, la patente è stata dimenticata a casa o chissà dove.

6# Multa piccola. Per chi guida senza patente, perché dimenticata, la multa è di 41 euro: lo stabilisce l’articolo 180 del Codice della Strada. Ovviamente, gli agenti controlleranno (consultando un database) se l’automobilista dice il vero. Dopodiché, entro un certo numero di giorni, il trasgressore dovrà comunque esibire la patente alle Forze dell’ordine.

Rivalsa: attenti

Al di là delle multe, c’è poi un aspetto assicurativo che riguarda un problema particolare: la guida con patente scaduta. Ci si è dimenticati (errore imperdonabile) si rinnovare per tempo il documento. Se causate un incidente con patente scaduta, la vostra assicurazione ha il diritto di rivalersi su di voi. Prima rimborsa i danni, e poi si fa indennizzare da voi.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , codice della strada , patente a punti


Top