Mercato

pubblicato il 27 gennaio 2016

Il 2015 di FCA: ricavi in salita, utile netto in calo

Questo è l’ultimo anno con Ferrari, ma per il 2016 si è molto ottimisti con Fiat 124 Spider e nuova Tipo

Il 2015 di FCA: ricavi in salita, utile netto in calo

Il 2014 è stato un anno ottimo per FCA, che si è imposto per la prima volta a livello mondiale, e il 2015 - anche se non ha portato ad alcuna alleanza - si è appena chiuso con risultati soddisfacenti. I veicoli consegnati sono stati 4,6 milioni, in linea con il 2014, ma i ricavi netti sono cresciuti del 18% a 113,2 miliardi di euro, l'Ebit adjusted è salito da 3,7 a 5,2 miliardi, mentre l'utile netto è sceso da 632 a 377 milioni e l'utile netto adjusted è arrivato a 2 miliardi cioè è raddoppiato rispetto al miliardo del 2014. Numeri che però includono ancora Ferrari, che dal 2016 camminerà sulle sue gambe (qui tutto sulla separazione di Ferrari da FCA), e che soffrono della cattiva performance di Maserati, che dovrebbe riprendersi nella seconda metà di quest’anno grazie alla Levante (qui le foto spia) che sarà presentata al Salone di Ginevra, dove debutterà anche la gamma completa dell’Alfa Romeo Giulia accanto alla Fiat 124 Spider e alle nuove versioni due volumi e station wagon della Fiat Tipo prodotta in Turchia. Ma oggi è un giorno importante per FCA anche perché sul tavolo del consiglio di amministrazione riunito nella sede a Londra sotto la presidenza di John Elkann, c’è anche il piano prodotti rivisto e ritoccato alla luce di questo bilancio e che, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe contenere qualche novità sul rilancio di Alfa Romeo. Tutti i dettagli li pubblicheremo nel corso del pomeriggio, mentre di seguito riportiamo quanto appena comunicato sul bilancio 2015.

In America latina e Asia i mercati soffrono

Come per molti altri costruttori nel 2015 in America i risultati raccolti al Nord e al Sud sono stati molto diversi tra loro. Negli USA e in Canada FCA ha consegnato 2.726.000 veicoli (+9%), mentre le vendite sono state 2.624.000 (+7%), con ricavi pari a 70,0 miliardi di euro (+33%) grazie soprattutto a Jeep e Ram. La quota di mercato negli Stati Uniti è così cresciuta del 20% attestandosi al 12,6%, mentre in Canada FCA è rimasta leader di mercato con una quota del 15,2% (-20 punti base rispetto al 2014). In America latina invece le consegne sono scese del 33% a 553.000 veicoli per le difficili condizioni di mercato in Brasile e Argentina, sebbene in Brasile il Gruppo ha mantenuto la leadership di mercato con un vantaggio di 380 punti base rispetto al concorrente più prossimo (+30 punti base rispetto al 2014). Anche in Asia e Australia le consegne (escluse quelle effettuate dalle joint venture) hanno registrato una flessione (-32%, con 149.000 veicoli). Analogamente, le vendite del Gruppo (incluse quelle effettuate dalle joint venture) sono state pari a 215.000 veicoli, in calo di 42.000 unità rispetto al 2014. E’ andata meglio in Europa e in Medio Oriente, con 1.142.000 consegne, tra auto e veicoli commerciali leggeri (+12%).

Jeep traina FCA, mentre Maserati soffre

Tra i marchi di FCA di maggior successo c’è sicuramente Jeep, che nel 2015 ha incassato parecchi ordini su più mercati (qui i risultati in Europa), per esempio in Brasile la Renegade ha ottenuto nel quarto trimestre 2015 una quota del 29,7% nel segmento di riferimento. Strategica è stata anche la produzione in Cina della Cherokee, avviata a novembre presso l’impianto in joint venture di Changsha, sebbene le prime consegne ci siano state a dicembre e quindi i maggiori effetti si avranno nel 2016, quando saranno prodotti localmente anche la Renegade e il nuovo SUV compatto Jeep (qui il nostro rendering). Durante il 2015 invece Maserati ha sofferto facendo registrare un calo nei ricavi del 13% arrivando a 2,4 miliardi di euro (la Quattroporte ha risentito del calo della domanda nel segmento di riferimento negli USA e in Cina), mentre Ferrari ha segnato un +6% con 2,5 miliardi di euro di ricavi. E se dal 2016 Ferrari non farà più parte del bilancio di FCA grandi risultati sono attesi sul versante Fiat, che ha presentato a Los Angeles la nuova Fiat 124 Spider (che sarà disponibile in EMEA e NAFTA a partire dal secondo trimestre 2016) e a Istanbul la nuova Tipo, in fase di distribuzione in oltre 40 Paesi in tutta la regione EMEA.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni , torino


Vai allo speciale
  • Dacia al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 11
  • Suzuki al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 8
  • Subaru al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 6
  • Alfa Romeo al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 105
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top