dalla Home

Attualità

pubblicato il 22 gennaio 2016

Scandalo emissioni, avviate le indagini in tutta Europa

45 commissari straordinari accerteranno se e quali norme sono state violate dai Paedi membri o dalla Commissione Ue

Scandalo emissioni, avviate le indagini in tutta Europa

L’Europa indaga se stessa. E’ proprio il caso di dirlo parlando della commissione d’inchiesta che è stata appena incaricata di indagare sullo scandalo emissioni che dopo l’estate ha travolto Wolfsburg dando inizio ad una serie di ispezioni anche in Francia (dove ha fatto notizia la vicenda Renault) e in Italia. Alle indagini che alcuni Paesi stanno svolgendo per conto proprio si somma il lavoro dei 45 commissari - tra cui figurano tre italiani: Massimiliano Salini, (Ppe/Forza Italia), Massimo Paolucci, (S&d/Pd), ed Eleonora Evi (Efdd/M5S) - che indagheranno sulle “presunte carenze degli Stati membri nel far rispettare le norme” e accerteranno le eventuali carenze della Commissione europea. I primi potrebbero essere colpevoli di non aver introdotto sanzioni “effettive, proporzionate e dissuasive applicabili ai Costruttori per le violazioni” e la seconda avrebbe tardato nell’introduzione di “prove che riflettano le condizioni reali di guida”. La commissione dell'Eurocamera si riunirà per la prima volta a febbraio per nominare il presidente e i co-presidenti e stilerà il primo rapporto tra sei mesi.

Critica la posizione del comparto auto, arrivata per voce di Dieter Zetscher, CEO di Daimler e il presidente dell'Acea, l’associazione che rappresenta i costruttori a livello europeo: “Non ci sono dubbi che in Europa abbiamo bisogno di nuovi test - ha detto -, ma regolamenti importanti sulla CO2, emissioni e test continuano a essere portati avanti separatamente, senza prendere in considerazione interconnessioni importanti. Un piccolo passo avanti verso una migliore regolamentazione sarebbe semplicemente armonizzare le date di introduzione in modo ragionevole” dei test sulla CO2 (Wltp) e quelli sui NOx (Rde), perché l'industria auto - si legge in una nota dell’ANSA - “accetta pienamente” responsabilità e impegni.

Autore:

Tag: Attualità , inquinamento


Top