dalla Home

Interviste

pubblicato il 20 gennaio 2016

Garage Italia Customs, un’energia unica grazie a Lapo

Carlo Borromeo, responsabile del Centro Stile, ci ha anticipato le prossime sfide del team molto affiatato

Garage Italia Customs, un’energia unica grazie a Lapo
Galleria fotografica - Le auto di Garage Italia CustomsGalleria fotografica - Le auto di Garage Italia Customs
  • Le auto di Garage Italia Customs - anteprima 1
  • Le auto di Garage Italia Customs - anteprima 2
  • Le auto di Garage Italia Customs - anteprima 3
  • Le auto di Garage Italia Customs - anteprima 4
  • Le auto di Garage Italia Customs - anteprima 5
  • Le auto di Garage Italia Customs - anteprima 6

E' passato un anno dal lancio ufficiale e la Garage Italia Customs di Lapo Elkann ha spiccato il volo. Dalla Fiat 500X Black Tie presentata al Salone di Ginevra 2015 ad oggi abbiamo visto tante novità e presto sarà la volta di un nuovo debutto alla kermesse svizzera (che quest’anno apre ai giornalisti il 1 marzo) e anche di inedite presentazioni al Salone del Mobile, “che è una grande occasione per comunicare al di fuori del mondo auto convenzionale”, come ci ha spiegato Carlo Borromeo, responsabile del Centro Stile di Garage Italia Customs. Con lui abbiamo stilato il bilancio di questa prima annata (in cui è stata anche inaugurata la sede di Garage Italia Customs nello storico distributore Agip di Milano) e parlato delle prossime sfide che affronterà la squadra, che “sta crescendo” e a cui Lapo dà “una carica ed un'energia uniche”. Partiamo proprio da qui: come sta andando?

Carlo Borromeo: “Sta andando molto bene, con tutte le difficoltà tipiche di una start-up. I clienti non mancano e il prodotto resta di qualità eccellente. Indubbiamente abbiamo creduto molto in questa impresa e il recupero di piazzale Accursio, affettuosamente soprannominato G1, ne è la prova più evidente, ma i risultati sembrano darci ragione. Continuiamo a lavorare a testa bassa, con cauto ottimismo!”

OmniAuto.it: Avete all'orizzonte collaborazioni con brand di lusso legati alla moda (pensiamo alla Fiat 500 by Gucci nata da un'idea di Lapo)?
Carlo Borromeo: “Ci sono un paio di discussioni molto interessanti in corso e poi c'è la 500c che stiamo preparando insieme a Renzo Rosso, che si è aggiudicata durante l'asta amfAR dello scorso autunno. Vi posso assicurare che sarà incredibile".

OmniAuto.it: Alfa Romeo 4C La Furiosa… com'è nata l'idea di questa one-off? Perché proprio la 4C e con questa sfumatura?
Carlo Borromeo: “Volevamo realizzare un’auto pensata appositamente per il mercato degli emirati arabi, che enfatizzasse le caratteristiche principali di questa 4C: la mancanza di compromessi, il carattere irriverente e spregiudicato e l’emotività. La lavorazione degli esterni è un testamento all’abilità dei nostri artigiani, poche persone al mondo sarebbero in grado di ripetere una verniciatura simile. L’idea era anche quella di partire dal rosso, colore classico di Alfa ma offrendone una nostra interpretazione personalissima: abbiamo infatti sviluppato un colore apposito che abbiamo chiamato Accursio in onore della nostra nuova casa".

OmniAuto.it: Perché si chiama "La Furiosa"? Nome che ricorda "La Ferrari"...
Carlo Borromeo: “In realtà Ferrari non c’entra, il rimando è meno immediato. Quando stavamo studiando la verniciatura ci siamo resi conto che la ‘fronte’ sfumata di nero era anche il trucco indossato da Charlize Theron nell’ultimo Mad Max, film che abbiamo tutti amato molto. Il nome del personaggio nel film è Imperator Furiosa (Imperatrice Furiosa)".

OmniAuto.it: Quanto tempo avete impiegato per realizzarla?
Carlo Borromeo: “Che ci crediate o meno: una settimana! Questo era il tempo a disposizione. Detto questo si tratta indubbiamente di condizioni particolari e non ripetibili, normalmente avremmo bisogno di un mese. Un ringraziamento particolare va ad Alcantara® che ha realizzato il materiale apposta per noi in tempo record".

OmniAuto.it: La sua vernice è molto particolare... come si cura?
Carlo Borromeo: “Pelle di daino e un buon autolavaggio che filtri l’acqua. Stiamo preparando un kit di pulizia di alto livello per i nostri clienti, ma ci vorrà ancora qualche tempo per metterlo in commercio".

OmniAuto.it: Interni in Alcantara, ma anche in tanti altri tessuti pregiati. Una volta Lapo disse che immaginava un'auto rivestita di velluto... è un'idea a cui state lavorando? Quando vedremo i tessuti uscire dall'abitacolo?
Carlo Borromeo: “Appena un cliente lo chiederà, noi siamo pronti!".

OmniAuto.it: Qual è il suo cliente tipo? Parlando di clientela, qual è la richiesta che ricevete più di frequente?
Carlo Borromeo: “Noi ci rivolgiamo a tutti. Indubbiamente il nostro è un servizio non essenziale, ma facciamo il possibile per renderlo più accessibile. Noi stiamo creando un brand e per farlo in maniera efficace dobbiamo creare prima una cultura e quindi un mercato. Una cultura non si crea partendo da un’elite, bisogna coinvolgere tutti con soluzioni adatte ai mezzi dei singoli. Le richieste sono moltissime e tutte diverse tra loro. Dal wrapping alle verniciature più complesse, dal rivestimento degli interni in pelle e Alcantara all’impiego di materiali inusuali. Oltretutto stiamo lavorando su modelli di differenti segmenti, dalle piccole come Fiat 500 e Smart, alle supersportive come la BMW M4, supercar e SUV".

OmniAuto.it: 500e Star Wars è l'inizio di un sodalizio con Hollywood? Pensate ad altri progetti simili?
Carlo Borromeo: “Assolutamente si! Per noi è un mercato ideale e crediamo di offrire un servizio di qualità nettamente superiore alla media. Ma non bisogna limitarsi al cinema, per esempio siamo molto interessati al mondo dei videogiochi, dei video musicali, della pubblicità".

OmniAuto.it: "Terra Arsa", perché avete pensato proprio alle atmosfere western?
Carlo Borromeo: “Mercedes cercava qualcosa di forte che colpisse l'immaginario del publico, e la presentazione delle macchine sarebbe avvenuta in Spagna, proprio dove venivano girati i grandi film western di Sergio Leone. Ci è sembrato quasi doveroso prendere spunto dalla natura di quei luoghi, che è fortemente impressa nell'immaginario collettivo".

OmniAuto.it: Pneumatici colorati in collaborazione con Pirelli, si può già parlare di prezzi? Sarà possibile averli su ogni tipo di vettura? Si possono avere anche senza richiedere una personalizzazione della carrozzeria?
Carlo Borromeo: “Gli pneumatici che vi abbiamo mostrato in anteprima sono dei prototipi che vanno ulteriormente sviluppati per poter garantire gli alti standard qualitativi ai quali Pirelli ci ha abituato. Pirelli è al lavoro sul progetto, speriamo di potervi aggiornare presto con novità!".

Agos Ducato

Chiedi subito un prestito
Importo:
Num. Rate:
Top