Mercato

pubblicato il 14 gennaio 2016

FCA, terremoto a Piazza Affari

Il titolo è crollato per via delle accuse negli USA e le vendite in Russia

FCA, terremoto a Piazza Affari

FCA attraversa un momento difficile in Borsa. Ieri a Wall Street, come ricorda Radiocor, il titolo è calato di oltre il 4% (-18% dalla chiusura del 5 gennaio) ed oggi fa notizia il pesante passo indietro a Piazza Affari. Qui Fiat Chrysler Automobiles è sceso del 7,27% a 6,89 euro, per almeno due ragioni, entrambe legate a indiscrezioni giornalistiche: da un lato peserebbe l'andamento delle vendite di auto in Russia (-36% secondo i giornali locali) e dall’altro AutomotiveNews scrive di un presunto pagamento di alcuni concessionari per ritoccare i dati di vendita.

Secondo l’accusa, FCA avrebbe pagato due concessionari nella zona di Chicago per riferire false vendite l'ultimo giorno del mese per poi stornarle il mese successivo. Mentre le indagini vanno avanti, una nota di Mediobanca spiega che la pratica di immatricolare auto negli ultimi giorni del mese è una prassi comune e non illegale, in Europa. Come se non bastasse, a tirare verso il basso il titolo di FCA ci sarebbe stata l’affermazione dell’ad al Salone di Detroit (qui il discorso di Marchionne) sul fatto che per ora non ci sono alleanze in vista.

Autore:

Tag: Mercato , milano


Top