dalla Home

Mercato

pubblicato il 4 settembre 2007

Immatricolazioni Agosto 2007

Le Case nazionali continuano a guidare il mercato

Immatricolazioni Agosto 2007

Quest'estate il mercato italiano dell'auto non è andato in vacanza, anzi, il mese di agosto ha confermato il trend positivo manifestato nei primi sette mesi dell'anno. Secondo il Ministero dei Trasporti, infatti, sono state immatricolate 103.750 vetture, con un incremento del 6,77% rispetto all'agosto dello scorso anno.
Nei primi 8 mesi, le immatricolazioni ammontano così a 1.736.377 unità, il 7,27% in più sull'analogo periodo del 2006.

Anche gli ordini hanno seguito il buon andamento delle immatricolazioni: secondo un primo scambio di informazioni tra UNRAE e ANFIA ad agosto (con una crescita del 5,1%) i contratti hanno sfiorato le 106.000 unità.
Il buon andamento del mercato dovrebbe inoltre riuscire a trarre ulteriori stimoli dall'applicazione delle legge n. 127/2007 che ripristina di fatto la precedente fiscalità sulle auto aziendali garantendo, allo stesso tempo, un sensibile aumento della quota Iva detraibile. Complessivamente, dunque, il quadro fiscale per le auto aziendali è risultato meno penalizzante rispetto a quanto accadeva negli anni precedenti.

Analizzando la struttura del mercato, infine, si evince che nei primi 8 mesi dell'anno la suddivisione delle immatricolazioni in base alle aree geografiche ha visto tornare al primo posto le regioni del Nord Ovest (risalite dal 29,06 al 31,40%) e dalla parallela discesa delle aree dell'Italia Centrale (passate dal 30,21 al 28,53%).

Per quanto riguarda invece il mercato dell'usato, in agosto si sono registrati 281.137 passaggi di proprietà.

Le più vendute
Un agosto da ricordare quello del 2007 per le marche nazionali, che, con oltre 33 mila immatricolazioni, hanno registrato un incremento del 7,9% superiore a quello dell'intero mercato (+6,8%). Le Case italiane hanno così ottenuto una quota di mercato pari al 31,9% (incrementando di 0,3 punti percentuali il risultato dell'anno scorso).
Da notare però il fatto che è dall'inizio dell'anno che il trend di crescita delle Case nazionali (+10,1%) si mantiene superiore a quello complessivo di mercato (+7,3%). Con quasi 548 mila autovetture (oltre 50 mila in più rispetto ai primo otto mesi del 2006) la quota di mercato raggiunta si attesta perciò attorno al 31,6% (30,8% nello stesso periodo del 2006).
A conferma dell'elevato apprezzamento dei consumatori verso la gamma di modelli di Fiat Group Automobiles, tutti i brand hanno registrato un incremento:
+ 9,3% di Fiat, + 1,9% di Alfa Romeo e +4,7% di Lancia.
Positivi i risultati anche da inizio anno: + 11,2% di Fiat, + 5,7% di Alfa Romeo e + 7,5% di Lancia.
Nella graduatoria dei dieci modelli più venduti nel mese, Fiat Punto detiene la prima posizione con 8.322 immatricolazioni. A seguire Panda (6.934) e al quinto posto Lancia Ypsilon (2.862). Nuovo ingresso all'ottava posizione per la nuova 500 (2.371 unità), l'ultima arrivata in casa Fiat lanciata sul mercato agli inizi dello scorso luglio. Nei primi otto mesi dell'anno leadership per Punto (159.846), secondo posto per Panda (124.122), e quinto per Ypsilon (49.334).
Ancora in lieve ripresa le immatricolazioni di vetture diesel. Da una prima stima in agosto l'incidenza è stata pari al 57,7% (57,4% in luglio) mentre dall'inizio dell'anno la quota è salita al 55,7%.

I commenti
Il buon andamento del mercato, secondo l'UNRAE, avrebbe tratto giovamento, oltre che dagli incentivi, anche dal contenuto costo del denaro. "Il costo del denaro - ha commentato Gianni Filipponi, Segretario Generale dell'UNRAE, l'Associazione che rappresenta le Case estere presenti in Italia - deve restare ad un livello accettabile, per non frenare quel processo di rinnovamento del parco circolante tanto necessario sia per la difesa dell'ambiente, sia per il miglioramento del tasso complessivo di sicurezza, garantito dai nuovi prodotti rispetto alle auto di parecchi anni fa".
Positivo anche il commento dell'ANFIA secondo cui, "sebbene l'indice di fiducia dei consumatori italiani in agosto sia leggermente calato in previsione del rialzo dei prezzi annunciato e atteso nel prossimo autunno, tuttavia, grazie all'apporto del piano di incentivi statali, si è confermato in miglioramento la propensione all'acquisto di beni durevoli, tra i quali figurano anche le autovetture".

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top