Accessori

pubblicato il 5 gennaio 2016

Dossier CES Las Vegas 2016

Uconnect, la quarta generazione si connette allo smartphone

Presentazione al CES 2016, ma non è l'unica novità di casa FCA: in futuro arriverà la predizione

Uconnect, la quarta generazione si connette allo smartphone
Galleria fotografica - Uconnect, la quarta generazioneGalleria fotografica - Uconnect, la quarta generazione
  • Uconnect, la quarta generazione - anteprima 1
  • Uconnect, la quarta generazione - anteprima 2
  • Uconnect, la quarta generazione - anteprima 3
  • Uconnect, la quarta generazione - anteprima 4
  • Uconnect, la quarta generazione - anteprima 5
  • Uconnect, la quarta generazione - anteprima 6

Il sistema Uconnect montato su moltissimi modelli del Gruppo FCA ha ormai qualche anno e se nel lontano 2003 - quando fu lanciato sulle auto dell'allora Gruppo Chrysler - poteva vantare un sistema di controllo vocale all'avanguardia e funzioni non comuni sugli infotainment dell'epoca, adesso inizia a soffrire il peso degli anni. Sarà per questo - e per combattere l'agguerrita concorrenza - che il gruppo italo-americano ha deciso di portare al CES di Las Vegas 2016 la sua quarta generazione, che integrerà diverse nuove funzioni, inclusa l'attesa compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto. Funzionalità già disponibili ormai sui sistemi infotainment di molti competitor - ad incominciare da Opel, che le ha integrate sulla nuova Insignia e sulla Adam, e Mitsubishi solo per fare due esempi recenti - e che rinfrescano un sistema ormai a bordo di quasi tutte le auto del gruppo almeno a partire dal 2012, quando lo Uconnect ha gradualmente preso il posto del Blue&Me di casa Fiat.

Uconnect: compatibilità con lo smartphone, oggi

La nuova generazione - non un semplice aggiornamento, come quello "anti-hacker" di pochi mesi fa - sarà installata nel corso del 2016 su diversi modelli del Gruppo e punta a migliorare le prestazioni di avvio del sistema e l'esperienza d'uso complessiva, grazie in particolare all'utilizzo di una maggior capacità di calcolo, display capacitivi più reattivi e più brillanti. Touchscreen che non sono ancora quelli aptici con feedback attivo proposti sempre al CES da Bosch, ma che fanno da supporto alle novità lato software, come il nuovo Uconnect 8.4 NAV per la parte navigazione e - soprattutto - l'integrazione dei protocolli Apple CarPlay ed Android Auto, in grado di replicare sullo schermo dell'infotainment di bordo applicazioni e funzioni direttamente dallo smartphone. Una soluzione che si accoda a quelle scelte da moltissimi costruttori - fanno eccezione Toyota e Ford con il loro nuovo sistema proprietario - e richiesta dal grande pubblico.

...predizione e coinvolgimento totale, domani

FCA ha deciso però di puntare alto e alla fiera dell'elettronica di Las Vegas si è limitata a portare il suo "presente", ma mette in mostra anche il suo possibile futuro attraverso un nuovo concept di infotainment che potrà essere provato da tutti i visitatori del CES (lo faremo anche noi). Cosa propone il futuro di FCA? Un sistema completamente personalizzato, in grado - almeno sulla carta - di adattarsi senza problemi ai diversi guidatori ed integrarsi nella vita al volante di tutti i giorni. Le parole chiave sono tecnologia predittiva e connettività: il futuro Uconnect promette di imparare le abitudini dell'automobilista per proporgli sempre le informazioni più utili al momento giusto, senza distrarlo quando è sotto stress - workload manager - o nei momenti più inopportuni - privacy mode - e mettendolo invece in costante collegamento con infrastrutture e altri automobilisti - vehicle-to-x communication. Segnalazione automatica di pericoli su strada, possibilità di seguire altri utenti al volante tramite la "Follow-me mode", display a realtà aumentata condiscono le promesse del nuovo sistema in prova al CES.

12" per la polizia

Alla fiera della tecnologia, FCA pensa anche alla polizia. La Dodge Charger Pursuit - la versione per i cops americani - è presente a Las Vegas con un nuovo sistema Uconnect pensato per le forze dell'ordine con ben 12.1" di display. Una grandezza da tablet (l'iPad è sui 10 pollici) che abbinata alla risoluzione 1024 per 768 permetterà alla polizia americana di integrare nel sistema di bordo le funzionalità di un computer delle forze dell'ordine: multe a portata di touch!

Galleria fotografica - Dodge Charger Pursuit 2012 della PoliziaGalleria fotografica - Dodge Charger Pursuit 2012 della Polizia
  • Dodge Charger Pursuit 2012 della Polizia - anteprima 1
  • Dodge Charger Pursuit 2012 della Polizia - anteprima 2
  • Dodge Charger Pursuit 2012 della Polizia - anteprima 3
  • Dodge Charger Pursuit 2012 della Polizia - anteprima 4
  • Dodge Charger Pursuit 2012 della Polizia - anteprima 5
  • Dodge Charger Pursuit 2012 della Polizia - anteprima 6

Autore: Redazione

Tag: Accessori , navigatori satellitari , usa


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 56
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 45
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 52
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top