dalla Home

Attualità

pubblicato il 31 dicembre 2015

Blocco del traffico a Napoli per 6 giorni, anche a Capodanno ed Epifania

Libere di circolare le auto a GPL, a metano, ibride o elettriche

Blocco del traffico a Napoli per 6 giorni, anche a Capodanno ed Epifania

A Napoli il blocco del traffico è stato esteso a sei giorni includendo anche Capodanno (1 gennaio) e l’Epifania (6 gennaio), inizialmente fuori dall’ordinanza del sindaco, Luigi de Magistris, che ha modificato le regole di fronte ai dati ancora negativi delle centraline di monitoraggio. Intanto a Milano, dopo i tre giorni di blocco totale della circolazione, il livello di polveri sottili nell’aria è iniziato a diminuire. Di seguito i dettagli sul blocco del traffico partenopeo, stabilito insieme alla riduzione della temperatura e del tempo di accensione degli impianti di riscaldamento dal 31 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016. Misure prese il giorno dopo l’incontro con i rappresentanti del Governo con cui è stata stabilita una strategia anti-inquinamento nazionale (qui i dettagli sul piano anti-smog).

Date e orari del blocco del traffico

Per i giorni compresi dal 31 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 per gli automobilisti c’è il divieto di circolazione nei seguenti orari:
- dalle ore 9.00 alle ore 17.00 del 2 gennaio 2016
- dalle ore 9.00 alle ore 12.00 del 3 gennaio 2016
- dalle ore 9.00 alle ore 17.00 per i giorni 4, 5, 7 e 8 gennaio 2016

Chi può circolare

Come in altre città, le auto che possono circolare anche con il blocco sono quelle alimentate a GPL o a metano oppure quelle ibride o elettriche, ma a Napoli sono esentate anche quelle con almeno tre passeggeri a bordo (car pooling) a meno che non siano Euro 0 o Euro 1. Ovviamente tra le altre categorie di veicoli che possono circolare ci sono le auto delle forze dell’ordine, quelle per il trasporto di disabili o di pubblico servizio.

Le multe

Chi circola con auto che non rientrano nella categoria di quelle esentate quando è in vigore il blocco del traffico è soggetto ad una multa che va da 84 a 335 euro, ma la sanzione amministrativa può arrivare anche al pagamento di una somma da 163 a 658 euro e, nel caso di reiterazione della violazione nel biennio, c’è la sospensione della patente da quindici a trenta giorni. Qui le informazioni sull'eventuale ricorso.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , blocco traffico


Top