dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 1 gennaio 2016

BMW X2, ecco come sarà il SUV sportivo compatto

Nel 2017 arriverà il secondo crossover a trazione anteriore-integrale di Monaco di Baviera

BMW X2, ecco come sarà il SUV sportivo compatto

Che piaccia o meno, in un giorno lontano, ma non troppo, quasi tutte le auto si potranno definire come SUV o crossover. Le sensazioni positive date dalla “guida alta” sono sempre più ricercate e chi le prova non torna più indietro. Così, non c'è da sorprendersi se uno dei marchi che ha meglio interpretato il concetto di SUV premium, BMW nella fattispecie, continui a “battere il ferro” che è sempre più caldo. Giochi di parole a parte, nel 2017, alle varie X1, X3, X4, X5 e X6, si aggiungerà anche la X2 che sarà il secondo SUV sviluppato sulla piattaforma a trazione anteriore-integrale UKL. La nomenclatura, in questo caso, non tradisce e il fatto che nella sigla ci sia un numero pari e non dispari indica la maggiore dinamicità di quest'auto rispetto al modello da cui deriva.

Linea più dinamica

La BMW X2, infatti, nascerà sulla stessa base tecnica della X1, ma rispetto a questa avrà una linea più orientata alla sportività. Nel rendering esclusivo che vedete ne abbiamo ricostruito l'aspetto, mantenendo la formula a cinque porte, ma optando per una linea di cintura più alta rispetto a quella della X1. In questo modo il design risulta più dinamico, grazie anche alle diverse inclinazioni del montante posteriore e del portellone. Il rovescio della medaglia è dato da una minore volumetria interna che significa minore spazio a bordo sia per i passeggeri del sedile posteriore che per i bagagli. A questo proposito, la X2 non avrà il terzo volume, seppure appena accennato delle sorelle maggiori X4 e X6.

Meno spazio a bordo

Lo stile della parte anteriore, invece, rispetterà il family feeling di tutte le nuove BMW, ma rispetto alla X1 la X2 avrà una linea del cofano leggermente più piatta e uno sviluppo in altezza meno accentuato. Anche la larghezza del corpo vettura sarà maggiore, con passaruota più pronunciati per aumentare l'area visiva di contatto a terra della vettura. Quanto alla parte tecnica, infine, non ci saranno particolari sorprese: la X2 potrà contare sulla famiglia di motori modulari a 3 e 4 cilindri, sia turbobenzina che turbodiesel da 1,5 e 2 litri di cilindrata, mentre la trazione sarà anteriore oppure integrale Xdrive.

Autore: Alessandro Vai

Tag: Anticipazioni , Bmw , auto europee , rendering


Nuovo commento 5 Commenti

1

Meglio lasciar perdere

emme

Pubblicato il 01/01/2016 alle 20:06

Penso che per BMW sia meglio lasciar perdere la trazione anteriore. La vedo come un autogol. Che si limiti ad usare la trazione anteriore solo sulle MINI. Un giorno lontano quasi tutte le auto saranno berline!

2

Meglio lasciar perdere

emme

Pubblicato il 01/01/2016 alle 20:06

Penso che per BMW sia meglio lasciar perdere la trazione anteriore. La vedo come un autogol. Che si limiti ad usare la trazione anteriore solo sulle MINI. Un giorno lontano quasi tutte le auto saranno berline!

3

x emme

fruit of love

Pubblicato il 04/01/2016 alle 01:28

Certo signor ingeniere lasciamo perdere!

4

libertà

emme

Pubblicato il 04/01/2016 alle 06:44

Grazie per l'ingegnere, ma non lo sono. Esprimo solo la mia opinione come è normale in un paese libero, senza adeguarmi a ciò che la società vorrebbe imporre limitando il pensiero e la libertà intellettuale delle persone. Buon anno!

5

certo che non si può dire di non progettare una tale auto...

ignazio5

Pubblicato il 04/01/2016 alle 17:28

Sarà pure a trazione anteriore...ma non credo che quello sia un problema. Basta che le più grandi BMW come la X 3/4/5/6 e le serie 3/5/7 adotteranno sempre lo schema che più distingue le bmw trazione posteriore motore longitudinale e distribuzione dei pesi 50/50. Tutto il resto ai veri appassionati del marchio non interessano le X1 X2 e varie monovolumi... Sono semplicemente auto a chi interessa poco o niente il piacere di guida....e vuole solo un auto ben fatta e premium.

Top