dalla Home

Attualità

pubblicato il 28 dicembre 2015

Blocco del traffico a Milano, targhe alterne a Roma: come funziona

In Lombardia lo stop è esteso anche ad altri Comuni, oggi un tavolo di coordinamento

Blocco del traffico a Milano, targhe alterne a Roma: come funziona

L’allarme smog a Roma e Milano, di cui vi abbiamo parlato in quest'articolo, continua, così come continua in molte altre città italiane, tra cui Napoli (qui tutte le info sul blocco del traffico fino a venerdì 1 gennaio). Nel capoluogo lombardo i giorni di superamento dei valori di Pm10 consentiti è persino arrivato a quota 97 dall'inizio dell'anno, mentre per legge non dovrebbero essere più di 35. Per far fronte all’emergenza è stato indetto il blocco totale del traffico da lunedì 28 a mercoledì 30 dicembre sia nella città sia nei comuni limitrofi di Pavia, Buccinasco, Cesano Boscone, Cernusco sul Naviglio, Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Corsico, Cusano Milanino, Paderno Dugnano e Sesto San Giovanni. Va meglio a Roma, dove lunedì e martedì si circola a targhe alterne e senza limitazioni nella provincia. Tuttavia, le belle giornate di sole, che proseguiranno su tutta la Penisola ancora fino a Domenica prossima, non promettono aiuti per migliorare la qualità dell’aria. E’ quindi probabile un’ulteriore replica dei blocchi del traffico. Intanto per coordinare l’azione dei Comuni lombardi sulle iniziative antismog e valutare il coinvolgimento delle altre Regioni della pianura padana, il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni ha convocato per oggi alle 18.30 a Palazzo Lombardia, un Tavolo di coordinamento con i vertici di Anci Lombardia e con tutte le principali istituzioni.

Blocco del traffico a Milano, chi può circolare

Dove e quando: il blocco totale del traffico a Milano e nei comuni limitrofi è indetto per lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 dalle ore 10 e alle ore 16.
Chi può circolare: visti gli elevati livelli di smog, le regole su chi può circolare sono molto rigide. Niente Euro 6, ma solo auto elettriche, ibride plug-in e range-extended; una valida alternativa, insieme ai mezzi pubblici, resta quindi il car sharing. Ovviamente sono esentati dal blocco i mezzi di soccorso, delle forze dell'ordine e quelli con contrassegno per il trasporto di persone con disabilità o utilizzati per il trasporto di persone e animali sottoposti a terapie o esami indispensabili o dimessi da ospedali e case di cura (con adeguata documentazione).

Targhe alterne a Roma, come funziona

Dove e quando: lunedì 28 e martedì 29 a Roma si circola a targhe alterne dalle ore 7:30 alle 12:30 e poi di nuovo dalle 16:30 fino alle 20:30.
Chi può circolare: lunedì possono circolare le auto con l’ultimo numero di targa pari e martedì quelle con l’ultimo numero dispari. Le auto a metano, GPL, ibride ed Euro 6 sono esentate dal blocco della circolazione.

Multe salatissime

Chi non rispetta le disposizioni del Comune di appartenenza riguardo alla circolazione a targhe alterne e il blocco auto rischia multe salatissime. A prevederle sono il comma 13 e 13 bis dell’art. 7 del codice della strada, secondo cui “chiunque non ottemperi ai provvedimenti di sospensione o divieto della circolazione, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 84 a euro 335"; la sanzione amministrativa può arrivare però anche al pagamento di una somma da 163 a 658 euro e, nel caso di reiterazione della violazione nel biennio, c’è una sanzione amministrativa accessoria: ovvero la sospensione della patente da quindici a trenta giorni.

Autore:

Tag: Attualità , blocco traffico


Top