dalla Home

Attualità

pubblicato il 24 dicembre 2015

Legge Stabilità, ok del Senato: cosa cambia per l’auto

Dal controllo di Rca e revisione delle telecamere ai metodi più moderni di pagamento del parcheggio

Legge Stabilità, ok del Senato: cosa cambia per l’auto

È fatta: come OmniAuto.it vi aveva anticipato, il Codice della Strada viene rivoluzionato con la Legge Stabilità 2016, che ha l’ok definitivo del Senato (ora occorre la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale). La novità numero uno riguarda la Rca e la revisione periodica obbligatoria. Chi non paga l’assicurazione della Responsabilità civile e chi viaggia senza revisione verrà beccato da autovelox, Tutor, varchi elettronici delle Zone a traffico limitato. Ma non da subito: prima, il ministero dei Trasporti dovrà omologare gli apparecchi. Quindi, serviranno settimane, se non mesi. Già adesso, d’altronde, per dare le multe, non è necessaria la presenza degli organi di polizia qualora l’accertamento avvenga mediante rilievo con dispositivi o apparecchiature che sono stati omologati ovvero approvati per il funzionamento in modo completamente automatico.

Database? Sì, ma…

Autovelox, Tutor, varchi elettronici delle Zone a traffico limitato invieranno la foto della targa alla Polizia. Questa verificherà in una banca dati (composta da informazioni di compagnie assicuratrici e Motorizzazione) la copertura assicurativa e la revisione. Se l’auto è “fuori-legge”, sono guai per il proprietario. Comunque, limitatamente alla Rca, il ministero dell’Interno ha messo le mani avanti: fa fede il certificato assicurativo. Così, se il database è vecchio, il guidatore è salvo.

Parcometri

La Legge Stabilità 2016 consentirà di pagare la sosta ai parcometri in modo più moderno, come già avviene in altri Paesi: con bancomat o carta di credito. I Comuni avranno tempo sino al 1° luglio per allinearsi alle regole.

Re-immatricolazione

Molto più confusa la questione delle targhe estere. Stando alle Associazioni di FISE UNIRE (Unione Nazionale Imprese Recupero), ADA (Associazione dei Demolitori di Auto) e AIRA (Associazione dei Riciclatori di Auto), c’è una nuova regola che combatte le truffe: “La Legge Stabilità 2016 ha introdotto rilevanti norme anti-elusione della tassa automobilistica e di contrasto del fenomeno delle radiazioni per esportazioni che negli ultimi anni ha messo in ginocchio l’intera filiera del recupero dei veicoli a fine vita e nascosto illegalità. Si chiarisce definitivamente che la radiazione per esportazione deve avere come unica finalità la re-immatricolazione per l’effettiva circolazione del veicolo all’estero e prevede, quindi, l’effettiva re-immatricolazione quale condizione obbligatoria affinché un veicolo venga cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico prima di essere esportato. Questa norma porrà una volta per tutte un freno al boom della quota dei veicoli radiati per esportazione che ha superato complessivamente, negli ultimi 4 anni, la cifra di 2 milioni e mezzo e che nasconde anche profili di illegalità”.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , codice della strada , bollo auto , autovelox , assicurazioni , immatricolazioni


Top