dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 24 dicembre 2015

Come farsi vedere e vedere al meglio in auto

Attenzione alla pulizia della parte interna del parabrezza, soprattutto di notte

Come farsi vedere e vedere al meglio in auto

Che sia estate o che si tratti di un caldo inverno, come questo, o di un gelido gennaio-febbraio, poco importa: in materia di manutenzione dell’auto, la visibilità dev’essere la migliore possibile. Il riferimento non è solo a come voi vedete gli altri, di cui vi abbiamo parlato anche per quanto riguarda la salute; ma pure a come gli altri vedono voi. Per utilizzare il linguaggio della sicurezza stradale, potremmo parlare di visibilità attiva (le vostre luce che illuminano bene la strada) e visibilità passiva (le vostre luci che vi rendono facilmente avvistabili).

Sei passi nella sicurezza

1# Controlli. Anzitutto, ma questo è scontato, prima di partire per un viaggio, controllate che tutte le luci e le “frecce” funzionino a dovere. Per farlo, è utile una superficie riflettente davanti alla vettura; l’ideale è un conoscente o un amico che, fuori dal veicolo, vi facciano il segno “ok” quando attivate luci di stop, luci di posizione, fari e indicatori di direzione.

2# Stop. Non avete né superfici riflettenti né una persona che vi aiuti a capire se le luci di stop funzionino? Allora appoggiate un peso sul pedale del freno (basta una lieve pressione) e sinceratevi se la luce dietro è ok.

3# Scorta. Per non farvi trovare impreparati sul più bello, portate con voi lampadine e fusibili di scorta. Chiaramente, le caratteristiche delle luci devono essere quelle indicate sul libretto d'uso e manutenzione del veicolo.

4# Ritmo! In viaggio, ricordate che il mancato funzionamento di un indicatore di direzione è rivelato dalla alterazione del ritmo di lampeggio degli altri. Il “trucco” per scovare il guaio è semplice: basta verificare al volo attivando il comando delle luci di emergenza (o “quattro luci” o Hazard, che dir si voglia).

5# Dipende. Alcuni modelli di auto sono dotati di lampadine spia che denunciano il guasto delle singole luci: possono essere alert di varia natura. Da non sottovalutare, per guidare in sicurezza ed evitare multe

6# Parabrezza dentro. Massima attenzione alla parte interna del parabrezza: se ci sono zone sporche, queste producono gravissimi disturbi alla visibilità di notte o al tramonto, quando la luce dei fari degli altri veicoli o il sole basso creano un "muro di luce". Una sorta di raggio luminoso alterato che dà un fastidio enorme. Quindi, sempre pulire con cura.

Acqua, amica preziosa

Per quanto riguarda il parabrezza esterno, è ovvio che si sporchi di continuo, specie se usate spesso l’auto. Oltre al classico lavaggio fatto a casa o dal benzinaio, in viaggio è utile il "lavavetro", alimentato dall'acqua contenuta in un'apposita vaschetta all'interno del vano motore. Eseguite rabbocchi regolarmente. E aggiungete liquido detergente e antighiaccio, che elimina la patina di grasso e sporcizia.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , autoaccessori


Top