dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 30 agosto 2007

Lane Departure Warning by Volvo

Contro distrazione e affaticamento arriva il Driver Alert System

Lane Departure Warning by Volvo
Galleria fotografica - Driver Alert System by VolvoGalleria fotografica - Driver Alert System by Volvo
  • Driver Alert System by Volvo - anteprima 1
  • Driver Alert System by Volvo - anteprima 2
  • Driver Alert System by Volvo - anteprima 3
  • Driver Alert System by Volvo - anteprima 4

Le novità Volvo in tema di tecnologia improntata alla sicurezza non smettono di arrivare. Difatti, basandosi sulle statistiche secondo cui il 90% di tutti gli incidenti stradali sarebbero causati da distrazione del conducente, Volvo Cars sta cercando di sviluppare una tecnologia in grado di aiutare gli automobilisti ad evitare o ridurre la gravità degli incidenti dovuti alla distrazione e all'affaticamento del guidatore. Ecco dunque che Volvo Cars ha introdotto il Driver Alert Control, il cui scopo è quello di avvisare il conducente quando cala il suo livello di attenzione, ad esempio durante i tragitti lunghi. Allo stesso tempo, un altro nuovo sistema, il Lane Departure Warning, avverte il conducente se l'auto oltrepassa una delle strisce che delimitano la corsia senza un apparente motivo. Il Lane Departure Warning e il Driver Alert Control faranno parte dello stesso pacchetto optional chiamato Driver Alert System. Questo pacchetto sarà disponibile sui modelli Volvo S80, V70 e XC70 alla fine del 2007.

Il Driver Alert Control registra il modo di procedere dell'auto sulla strada ed avverte i guidatori in caso di perdita di concentrazione. L'affaticamento del conducente è infatti uno dei principali problemi relativi alla sicurezza stradale in tutto il mondo. Secondo l'NHTSA statunitense (National Highway Traffic Safety Administration) i conducenti che si addormentano alla guida provocano circa 100.000 incidenti all'anno solo negli Stati Uniti, causando 1.500 decessi e più di 70.000 lesioni a passeggeri e conducenti. La situazione è simile in Europa. L'associazione degli assicuratori tedeschi GDV calcola che circa il 25 percento di tutti gli incidenti mortali sulla Autobahn tedesca sia provocata dalla stanchezza del guidatore. Il Driver Alert Control di Volvo si avvia a 65 km/h e rimane attivo fino a che la velocità non scende al di sotto dei 60 km/h.

Il Driver Alert Control controlla inoltre i movimenti dell'auto e determina se si sta guidando il veicolo in modo controllato o incontrollato. "Non monitoriamo il comportamento umano, che varia da un individuo all'altro, ma piuttosto l'effetto che la stanchezza o il calo di concentrazione hanno sul comportamento alla guida. Il nostro sistema si basa sul modo in cui l'auto procede sulla strada. Fornisce un'indicazione affidabile se prevede un possibile imprevisto ed avvisa il conducente prima che sia troppo tardi", ha spiegato Daniel Levin, responsabile del progetto Driver Alert Control presso Volvo Cars.

"Spesso ci chiedono perché abbiamo scelto questo metodo anziché controllare gli occhi del conducente. La risposta è che crediamo che la tecnologia di monitoraggio degli occhi del conducente non sia ancora abbastanza evoluta", ha aggiunto Levin. Il Driver Alert Control può per di più affrontare situazioni in cui il guidatore perde anche solo in parte il controllo del veicolo perché si sta concentrando su elementi diversi, quali il cellulare o i bambini a bordo. "Si tratta di un effetto collaterale positivo della nostra idea, ed è possibile grazie al fatto che il sistema valuta il comportamento alla guida piuttosto che quello umano", ha sottolineato Levin.

Da un punto di vista tecnico, il Driver Alert Control consiste in una telecamera, una serie di sensori ed un'unità di controllo. La telecamera, installata tra il parabrezza e lo specchietto retrovisore interno, misura costantemente la distanza tra l'auto e la segnaletica orizzontale della strada. I sensori registrano i movimenti dell'auto. L'unità di controllo immagazzina le informazioni e calcola se il conducente rischia di perdere il controllo del veicolo. Se il rischio risulta elevato, il conducente viene avvertito tramite un segnale sonoro. Inoltre, compare un messaggio di testo sul display informativo dell'auto, che suggerisce, visualizzando il simbolo di una tazzina di caffè, di fare una sosta. Il conducente può poi valutare costantemente le informazioni relative alla guida attraverso il computer di bordo dell'auto. Il punto di partenza corrisponde a cinque tacche. Meno è regolare la guida, meno tacche rimangono.

Infine, i ricercatori di Volvo Cars hanno calcolato che il sistema Lane Departure Warning (LDW) possa prevenire il 30-40 percento di questi tipi di incidenti a velocità comprese tra 70 e 100 km/h. L'LDW si attiva attraverso un pulsante sulla console centrale ed avvisa il conducente con un leggero segnale acustico se l'auto supera una delle linee di corsia senza un apparente motivo, ad esempio senza usare l'indicatore di direzione. Il sistema utilizza inoltre una telecamera per monitorare la posizione dell'auto tra le linee della segnaletica orizzontale che delimitano la corsia. L'LDW si avvia a 65 km/h e rimane attivo fino a che la velocità non scende al di sotto dei 60 km/h. Tuttavia la qualità della segnaletica è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema. Le strisce longitudinali che delimitano la corsia devono infatti essere ben visibili alla telecamera. Una illuminazione insufficiente, nebbia, neve e condizioni atmosferiche estreme possono rendere il sistema non disponibile.

Autore:

Tag: Accessori , Volvo , sicurezza stradale


Top