dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 22 dicembre 2015

Dossier CES Las Vegas 2016

Bosch, al CES presenta la plancia del futuro (e non solo)

Nuovo prototipo, guida autonoma, display aptico, parcheggio automatico e sistema per evitare i contromano

Bosch, al CES presenta la plancia del futuro (e non solo)
Galleria fotografica - Bosch concept CES 2016Galleria fotografica - Bosch concept CES 2016
  • Bosch concept CES 2016 - anteprima 1
  • Bosch concept CES 2016 - anteprima 2
  • Bosch concept CES 2016 - anteprima 3
  • Bosch concept CES 2016 - anteprima 4
  • Bosch concept CES 2016 - anteprima 5
  • Bosch concept CES 2016 - anteprima 6

Le novità al CES non mancano neanche quest'anno. Il salone della tecnologia di Las Vegas, previsto per quest'anno dal 6 al 9 gennaio, è da diverse edizioni al centro dell'attenzione anche del mondo delle auto - che per la kermesse 2016 ha già una "madrina" ufficiale, la Ford GT - e a riaccendere l'interesse ci pensa in questi giorni Bosch. Dopo l'annuncio di Volkswagen e quello di Toyota, il produttore tedesco ha mostrato qualche anticipazione su cosa ci aspetta a Las Vegas con un'anteprima di uno dei due prototipi che saranno in mostra al salone, un concept che presenta quella che per Bosch sarà la plancia del futuro. Iperconnessa e pensata per far rimanere collegato l'automobilista con smartphone e vita nel cloud, integra su tutta la superficie una serie di grandi display in grado di mostrare tutte le informazioni necessarie: dai prossimi appuntamenti in agenda ad avvisi di pedoni in arrivo sul lato cieco della vettura.

Il prototipo integra anche il controllo vocale, la gestione della domotica domestica e le funzionalità di guida autonoma, che Bosch sta testando in Germania, Stati Uniti e Giappone. Sensori, telecamere e software in mostra sul secondo concept che sarà esposto al salone per mostrare i vantaggi della guida senza pilota anche sul fronte della sicurezza. Un obiettivo nel mirino anche della tecnologia anti collisione che punta ad evitare gli incidenti in contromano grazie all'utilizzo di dati anonimi forniti dalle vetture ad un database consultabile tramite app o infotainment: un progetto ai nastri di partenza per il 2016. Ancora nessuna data invece per l'arrivo sulle auto di serie del touchscreen aptico - premiato con l'Innovation Award nella categoria "In-Vehicle Audio/Video" - in grado di far percepire diverse superfici, evitando di distrarsi alla guida.

Autore: Redazione

Tag: Prototipi e Concept , guida autonoma , usa


Top