dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 30 agosto 2007

Volvo presenta l'allarme di collisione Auto Brake

Guida più comoda anche con l'Adaptive Cruise Control e il Distance Alert

Volvo presenta l'allarme di collisione Auto Brake
Galleria fotografica - Il sistema Anti Collisione di VolvoGalleria fotografica - Il sistema Anti Collisione di Volvo
  • Il sistema Anti Collisione di Volvo - anteprima 1
  • Il sistema Anti Collisione di Volvo - anteprima 2
  • Il sistema Anti Collisione di Volvo - anteprima 3

Un sistema che fa in modo che l'auto freni da sola nel caso in cui il conducente non reagisca quando è imminente il tamponamento di un veicolo fermo o in movimento. Questo è l'allarme di collisione con AutoBrake messo a punto dalla Volvo e che sarà disponibile sulle Volvo S80, V70 e XC70 già a partire dalla fine di quest'anno. Di fronte al fatto che i tamponamenti costituiscono un terzo di tutti i tamponamenti denunciati e che in più del 50% dei casi il conducente risulta non aver frenato affatto, il direttore delVolvo Cars Sefety Center, Ingrid Skosgmo, ha commentato l'Auto Brake affermando che "ciò può rappresentare la differenza tra un incidente grave ed uno lieve, per i passeggeri di entrambi i veicoli".

Come funziona il sistema Collision Warning con Auto Brake (CWAB)? Inizialmente questo sistema avverte il conducente e prepara i freni, poi, se il guidatore non frena mentre l'impatto è imminente i freni vengono azionati automaticamente. L'allarme di collisione con AutoBrake presenta un livello tecnologico più elevato rispetto all'allarme di collisione con supporto alla frenata introdotto nel 2006. Infatti, mentre il precedente sistema introdotto sullaVolvo S80, era basato su un sistema radar, l'allarme di collisione con Auto Brake non si limita ad utilizzare il radar, ma impiega anche una telecamera per individuare i veicoli davanti all'automobile. Uno dei principali vantaggi della telecamera è la possibilità di individuare i veicoli fermi ed avvisare il conducente pur mantenendo un livello basso di falso-allarme. "Le statistiche dimostrano che il 50% di tutti i tamponamenti coinvolge un veicolo o un oggetto fermo, il che significa che l'allarme di collisione con AutoBrake copre il doppio delle situazioni rispetto al sistema attuale", ha commentato Jonas Tisell, responsabile di progetto per i sistemi anti-collisione presso Volvo Cars . Nel dettaglio, il radar a lungo raggio è in grado di raggiungere 150 metri davanti al veicolo mentre la portata della telecamera è di 55 metri. "Dato che il sistema combina le informazioni provenienti sia dal sensore radar che dalla telecamera, garantisce un'affidabilità così elevata da rendere possibile la frenata automatica se una collisione è imminente. Il sistema è programmato per attivare la frenata autonoma solo se entrambi i sensori rilevano che la situazione è critica", ha avvertitoTisell.

Inoltre, per adattare il sistema di allarme alle diverse condizioni ed agli stili di guida individuali, la sua sensibilità può essere regolata tramite il menù di impostazione dell'auto. Vi sono infatti tre possibili alternative relative alla sensibilità del sistema. Si inizia con un allarme e si preparano i freni. Se l'auto si avvicina al posteriore di un altro veicolo ed il conducente non reagisce, una spia rossa inizia a lampeggiare su un appositohead -up display proiettato sul parabrezza. Contemporaneamente, si può udire un segnale sonoro. Ciò aiuta il conducente a reagire e nella maggior parte dei casi si può evitare l'incidente. Se il rischio di collisione aumenta nonostante l'allarme, viene attivato il supporto alla frenata. Per ridurre il tempo di reazione i freni vengono preparati facendo aderire le pastiglie sui dischi. Per di più, la pressione dei freni viene aumentata idraulicamente, garantendo una frenata efficace anche se il conducente non preme con particolare forza sul pedale del freno.

Per rendere ancora più comoda la guida, Volvo Cars ha inoltre sviluppato l'Adaptive Cruise Control (ACC). Questo sistema aiuta il conducente mantenendo invariata la distanza rispetto al veicolo che lo precede e fornisce un controllo della guida quando il flusso del traffico è irregolare. Anche in questo caso è un sensore radar a svolgere il lavoro, misurando costantemente la distanza dal veicolo davanti all'auto, mentre il sistema adatta automaticamente la velocità in modo da garantire che la distanza venga mantenuta. Al conducente basta attivare ilcruise control , impostare la velocità massima desiderata e scegliere l'intervallo di tempo rispetto all'auto che lo precede. La scelta può variare tra cinque diversi intervalli di tempo tra 1 e 2,6 secondi. Infine, un'altra nuova funzione in grado di migliorare ilconfort di guida e che aiuta il conducente a mantenere una distanza adeguata dal veicolo che lo precede (anche quando l'Adaptive Cruise Control è disattivato) è il Distance Alert. Quest'ultimo dispositivo si attiva con un pulsante sulla console centrale. Come con l'ACC , il conducente può scegliere fra cinque impostazioni. Se il lasso di tempo rispetto al veicolo che precede scende al di sotto del valore selezionato, il conducente riceve alcune informazioni visive attraverso uno specificohead-up display proiettato sulla parte bassa del parabrezza. Se il Distance Alert è attivo e si inserisce l'ACC, il sistema DA si disattiva temporaneamente.

Da notare però che alcune delle funzioni dei sistemi appena descritti dipendono dal numero e dalla qualità della segnaletica orizzontale. Le strisce longitudinali che delimitano la corsia devono essere ben visibili alla telecamera. Non bisogna infatti "adagiarsi troppo sugli allori", perché basta un'illuminazione scarsa, nebbia, neve o condizioni atmosferiche estreme per rendere il sistema non disponibile.

Autore:

Tag: Accessori , Volvo , sicurezza stradale


Top