dalla Home

Attualità

pubblicato il 18 dicembre 2015

Guida autonoma, Google critica la legge proposta in California

Se dovesse passare le “driverless car” non potrebbero più circolare senza persone a bordo

Guida autonoma, Google critica la legge proposta in California
Galleria fotografica - L'auto di Google che guida da solaGalleria fotografica - L'auto di Google che guida da sola
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 1
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 2
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 3
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 4
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 5
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 6

Le auto a guida autonoma esistono già e tecnicamente sono già in grado di operare quasi in qualsiasi contesto. Quello che ancora manca, un po' ovunque, è la legislazione per regolamentare la circolazione delle “driverless car”. In California, per esempio, ieri è stata presentata una bozza di legge che però è apparsa subito molto conservativa ed è stata subito criticata da Google. La norma proposta, infatti, prevede che ogni auto a guida autonoma abbia sempre e comunque volante e pedali; che a bordo ci sia sempre presente un guidatore, patentato e seduto in modo da poter azionare i comandi; che, infine, lo stesso guidatore possieda anche una ulteriore patente speciale che ne accerti lo status di operatore qualificato per testare le auto a guida autonoma. Una bella differenza rispetto allo stato attuale delle cose, dove le Google Car si muovono senza nessuno a bordo.

Di conseguenza il commento ufficiale di Chris Urmson, il responsabile della guida autonoma di Google, non si è fatto attendere “Questa proposta di legge mantiene lo stesso, vecchio, status quo e non permette a questa tecnologia di raggiungere il suo pieno potenziale; inoltre esclude in partenza tutte quelle che persone che hanno bisogno di mobilità ma non possono guidare”. Nei piani di “Big G”, infatti, c'è il lancio di un servizio taxi simile a Uber, ma effettuato solo da auto a guida autonoma, che possa essere utilizzato anche da chi ha problemi di salute che gli impediscono di guidare. Secondo Google, quindi, la legge deve mantenere le linee guida originali stabilite nel 2012, che hanno consentito tutti questi progressi. Quello che è certo è che la battaglia legale sulla regolamentazione della guida autonoma è appena all'inizio.

Autore: Alessandro Vai

Tag: Attualità , google , guida autonoma


Top