dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 17 dicembre 2015

Rc auto, la verifica è sul certificato di carta

Nonostante il processo di digitalizzazione, in caso di discordanza fa fede il certificato

Rc auto, la verifica è sul certificato di carta

Il ministero dell'interno, con circolare 300/A/8593/15/101/20/21/7 del 10 dicembre scorso, chiarisce che la carta era ed è fondamentale nella Rca: il certificato assicurativo, da portare in auto, prova il pagamento della polizza. Quindi, in caso di discordanza tra la data di scadenza della copertura assicurativa indicata nel certificato e quella risultante dalle banche dati, fa fede il certificato, come evidenzia Antonio D'Agostino, agente delle Polizia locale di Ciampino (Roma), ed esperto di Codice della Strada.

Paradossale, ma vero

È in atto un processo di digitalizzazione, con l’attestato di rischio di carta scomparso e con l’eliminazione del contrassegno; pur tuttavia, la carta “vince” tuttora. Forse, la burocrazia italiana deve ancora adeguarsi alle novità. O forse, chissà, si teme che il database dove confluiscono le informazioni di Motorizzazione e assicurazioni non venga aggiornato sempre.

Morale: quali controlli

Per la circolare, qualora la data di validità indicata nel certificato di assicurazione fosse diversa da quella risultante dalle banche dati, con la prima (certificato) scaduta e la seconda non ancora, si provvederà a contestare la violazione, con l'intimazione a esibire il certificato in corso di validità e data coincidente con quella delle banche dati. Qualora invece fosse quest'ultima (banche dati) ad essere non più in corso di validità, farà fede il certificato valido. Negli accertamenti da remoto si farà riferimento alla validità che risulta presso l'Archivio nazionale dei veicoli; se scaduta, su questa prevale il certificato valido o, eventualmente, l'attestazione dell'avvenuta stipula del contratto e del pagamento del relativo premio entro i termini stabiliti, rilasciati dalla compagnia di assicurazione. Il tutto mentre il Disegno legge Stabilità 2016 viene emendato: autovelox e Tutor potrebbero scovare chi viaggia senza Rca e senza revisione.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni


Top