dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 dicembre 2015

Nei distributori Q8 il pieno si paga con lo smartphone e Paypal

L'app aumenta la sicurezza dei pagamenti self service e riduce l'uso del contante

Nei distributori Q8 il pieno si paga con lo smartphone e Paypal
Galleria fotografica - Q8easy CLUBGalleria fotografica - Q8easy CLUB
  • Q8easy CLUB - anteprima 1
  • Q8easy CLUB - anteprima 2
  • Q8easy CLUB - anteprima 3
  • Q8easy CLUB - anteprima 4
  • Q8easy CLUB - anteprima 5
  • Q8easy CLUB - anteprima 6

Pagare un pieno di benzina (o gasolio) in pochi tap utilizzando l’app dedicata sul proprio smartphone. Dal 14 dicembre si può fare presso la rete di distributori Q8 grazie ad un accordo siglato con PayPal, il colosso dei pagamenti digitali che si mette per la prima volta a servizio degli automobilisti. Questa modalità di pagamento non comporta costi aggiuntivi per l’utente, ma anzi dovrebbe semplificare e rendere più sicura la spesa eliminando l’utilizzo fisico di banconote quando si fa rifornimento in self service senza necessariamente utilizzare la carta di credito o il bancomat.

Serve l’iscrizione a Q8easy CLUB

Per pagare il carburante con PayPal è necessario essere iscritti al programma Q8easy CLUB la cui registrazione può essere effettuata direttamente dall’omonima app disponibile su Google Play e Apple Store oppure sul sito www.Q8easy.it. Quindi bisogna collegare il proprio account PayPal preesistente (in alternativa bisogna crearlo ex novo). La procedura richiede alcuni minuti fra tutti i passaggi, ma si deve fare, evidentemente, solo la prima volta.

App alla pompa

Raggiunto un distributore Q8 con servizio self-service pre-pay (e quindi non "servito") bisogna avviare l’app, richiedere l’autorizzazione per la somma desiderata per fare rifornimento (c’è un tetto di 100 euro per la singola operazione, e/o di 150 euro totali di spesa massima nell'arco di una settimana) e digitare sul tastierino del distributore automatico il codice numerico che appare sullo schermo. Sulla carta la procedure è molto semplice e a questo punto non ci resta che far provare l'app ai nostri tester per fornirvi una valutazione completa di questo nuovo servizio che potrebbe sdoganare una volta per tutto l’uso della moneta elettronica fra gli automobilisti italiani. E sarebbe davvero arrivato il momento.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , app , carburanti


Top