dalla Home

Curiosità

pubblicato il 1 agosto 2015

Gulfblue.it, passione d’altri tempi

Rondinelli Classic Sports Cars insieme a OmniAuto.it per valorizzare il meglio dell’automobilismo storico

Gulfblue.it, passione d’altri tempi
Galleria fotografica - Gulfblue.it | Rondinelli Classic Sports CarsGalleria fotografica - Gulfblue.it | Rondinelli Classic Sports Cars
  • Gulfblue.it - Rondinelli Classic - anteprima 1
  • Gulfblue.it - Rondinelli Classic - anteprima 2
  • Gulfblue.it - Rondinelli Classic - anteprima 3
  • Gulfblue.it - Rondinelli Classic - anteprima 4
  • Gulfblue.it - Rondinelli Classic - anteprima 5
  • Gulfblue.it - Rondinelli Classic - anteprima 6

Non è facile trovare partner che condividono la stessa etica e passione per l’auto, anche se applicata in ambiti diversi ma del medesimo settore, l’automotive. E’ quindi con piacere che OmniAuto.it è felice di collaborare Gulfblue.it, un’amicizia atta a valorizzare e mostrare il meglio dell’automobilismo storico, italiano e non. La passione della famiglia Rondinelli nel commercio e nella consulenza di auto nasce nel 1953, con una delle prime concessionarie italiane Volkswagen, Porsche e Auto Union (ex AUDI). Oltre al commercio e assistenza di auto nuove, c’era anche un’accesa passione per le competizioni: circuiti cittadini, gare in salita e l’eroica 1000 Miglia (nelle edizioni 1953 e 1954).

Eccellenza italo-tedesca

I Maggiolini, i pulmini Volkswagen (oggi noti come Bulli) si vendevano come il pane così come, in proporzione, le affidabili Porsche 356 poi sostituite dalle più prestazionali 911. Tuttavia alla fine degli anni ’60 la Volkswagen risentiva di un momento difficile: il Maggiolino non raggiungeva più numeri di vendita da record e i nuovi modelli non decollavano. Così, la decisione dei fratelli Rondinelli di cedere il mandato Volkswagen-Audi-Porsche ed acquisire quello Alfa Romeo, all’epoca sulla cresta dell’onda grazie alla Giulia ed alle sportive GTA e 33 che vincevano campionati in mezzo mondo. Terminata la partecipazione attiva dei due fondatori dell’azienda, la tradizione familiare è proseguita con la seconda generazione, sia nel mondo del lavoro che delle competizioni; una parte dei Rondinelli ha lavorato per oltre 30 anni in PorscheItalia e in Autogerma (oggi Volkswagen Group Italia) mentre un’altra si è dedicata a correre sia nei rally che in pista, a partire dagli anni ’70. Enrico, alla terza generazione nel mondo delle auto, prosegue l’attività di famiglia reinterpretandola e contestualizzandola ai giorni nostri: non più vendita di auto moderne bensì di storiche, in particolare quelle che si vendevano nuove in concessionaria… Porsche, Alfa Romeo e Volkswagen. Stessa passione per le competizioni e per quelle auto (alcune usate in famiglia) che hanno fatto la storia delle corse come, ad esempio, Abarth, Alpine, Bizzarrini, Bmw, De Sanctis, Ferrari, Fiat, Lancia e Lotus.

Officina di saperi

Ogni auto è un progetto a sé, un’avventura unica, con una storia tutta da scoprire e da raccontare. La filosofia dell’azienda è che le auto, per quanto speciali, pregiate o anziane, debbano essere fruibili ed in perfetto stato, sempre potenzialmente pronte per compere il giro d’Europa.Per questo non amano definire le proprie auto "nonnette", "vecchiette" o "antiche glorie": le auto vengono restaurate, collaudate e mantenute costantemente in esercizio affinché i nuovi proprietari abbiano come unico pensiero quello di girare la chiave e guidare divertendosi. I restauri delle auto, di proprietà o di clienti, vengono eseguiti con cura, affidandosi ad artigiani con esperienza in ogni specifica vettura: non può esserci una persona in grado di conoscere e saper fare tutto, piuttosto ci sarà qualcuno specializzato nella lamiera delle Porsche, qualcuno nella verniciatura delle Alfa o nella meccanica Ferrari. Il nome inconsueto dell'azienda (e del sito), Gulfblue, è un tributo ad una delle auto che i Rondinelli hanno avuto per 25 anni, l’amata 911 Carrera RS 2.7 del 1973 il cui colore era proprio il “Gulf Blue”. Enrico e suo padre Cesare trattano ogni auto con la medesima passione utilizzata per le proprie: compagne di passione, in grado di emozionare ogni giorno.

 

[Foto > Gianni Mazzotta]

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , auto storiche


Top